menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Predappio, si ricorda la marcia su Roma: "Si rispetti la Costituzione"

"Domenica, a Predappio, vorrei che fosse rispettata la Costituzione. Vorrei che in occasione del novantesimo anniversario della Marcia su Roma non si tenessero adunate e saluti". Così Thomas Casadei (Pd)

"Domenica, a Predappio, vorrei che fosse rispettata la Costituzione. Vorrei che in occasione del novantesimo anniversario della Marcia su Roma non si tenessero adunate e saluti romani. L'apologia di fascismo è un reato sancito dalla nostra Carta costituzionale". Queste le parole di Thomas Casadei,  consigliere regionale e capogruppo Pd Commissione Scuola, Cultura, Lavoro, Turismo.

"Nel nostro Paese assistiamo ormai troppo spesso ad una progressiva tolleranza, o rassegnazione, verso queste iniziative. Eppure questi raduni – che nulla hanno a che fare con lo studio e l'approfondimento della storia – violano pubblicamente le leggi italiane - continua l'esponente democratico -. Riflettere sulla storia in modo serio e rigoroso è possibile. Lo dimostra l’iniziativa organizzata domenica dal Comune di Forlì in collaborazione con l’Istituto Storico Parri e dagli Istituti storici dell’Emilia-Romagna in rete, dal titolo: “La Marcia su Roma. Ricerche, fra storia e memoria nel 90° anniversario”, che si terrà al Cinema Teatro Apollo di Forlì e vedrà la presenza dei Sindaci di Forlì, Roberto Balzani, e di quello di Predappio, Giorgio Frassineti. Così come utile per capire e comprendere i processi della storia, e le sue pagine più tragiche, sono i progetti di valenza europea ed internazionale come Atrium, dedicato ai regimi totalitari del Novecento e alle rotte culturali di ricerca e di comprensione della storia del Novecento".


"Non è tempo di adunate né di celebrare eventi funesti per la storia d'Italia e su questo gli organi preposti dovrebbero evitare spiacevoli episodi lesivi della memoria della Resistenza e della Carta costituzionale - aggiunge Casadei -. E' tempo invece di ripercorrere la nostra memoria con intelligenza e correttezza, anche tramite un impegno forte e diretto delle istituzioni e delle amministrazioni locali. La pratica della democrazia e il rispetto delle leggi sono la priorità per ogni cittadino e l'idea del “lasciar passare” non può generare nulla di positivo. A Predappio, città del Novecento, la Costituzione deve essere rispettata e attuata, ogni giorno, per tutto l'anno, senza eccezione alcuna".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento