menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marcia su Roma, appello al questore: "Vietare il corteo"

"Chiediamo al Questore di attuare la Costituzione e le leggi vigenti, che bandiscono e perseguono le idee deliranti alla base del fascismo"

Oggi (venerdì ndr) abbiamo scritto al Questore di Forlì per chiedere che la commemorazione fascista della "Marcia su Roma" di domenica prossima a Predappio non si tenga. - comunicano in una nota  i segretario del Partito di Rifondazione Comunista Nando Mainardi (Emilia-Romagna) e Nicola Candido (Federazione di Forlì) - E' ora di finirla: è un'iniziativa inequivocabilmente contro i valori dell'antifascismo e della democrazia, contro la Costitiuzione, contro la memoria dei partigiani morti per sconfiggere il fascismo”.

“Chiediamo al Questore di attuare la Costituzione e le leggi vigenti, che bandiscono e perseguono le idee deliranti alla base del fascismo. Questa vergogna va fermata2 Ecco il testo della lettera inviata al questore di Forlì-Cesena, Antonino Cacciaguerra.

“Egregio signor Questore, desideriamo esprimerLe tutto il nostro sconcerto per la commemorazione del novantesimo anniversario della "Marcia su Roma" da parte dei fascisti, che si terrà domenica prossima a Predappio. Celebrare l'anniversario della "Marcia su Roma" significa celebrare il fascismo, la persecuzione e l'assassinio di tutte e di tutti coloro che vi si opposero, la cancellazione della democrazia, la violenza, le leggi razziali, l'alleanza con il nazismo, la guerra. Significa offendere la memoria dei partigiani, a cui dobbiamo, a costo del sacrificio di tanti, la conquista della libertà e l'edificazione di una democrazia più avanzata di quella distrutta da Mussolini. La Costituzione vieta espressamente la ricostituzione del partito fascista, e vi sono leggi che bandiscono e perseguono altrettanto chiaramente le idee deliranti alla base del fascismo. La commemorazione di domenica non è solo fortemente sbagliata, ma è totalmente al di fuori dei valori della nostra Costituzione. Per tutto questo, Le chiediamo di intervenire proibendo una commemorazione che rappresenterebbe una vergogna per le cittadine e i cittadini forlivesi ed emiliano-romagnoli. Le chiediamo di applicare la Costituzione”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento