rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica Roncadello

Quartieri, il grido della Lega per Branzolino: "Si pagano le tasse, ma i lavori sono un miraggio"

Il leghista Marco Cimatti lamenta "un totale disinteresse, da parte dell'attuale amministrazione forlivese, per alcuni quartieri del forese, tra cui Branzolino"

"Branzolino è un quartiere di serie B: manutenzione stradale e lavori pubblici un miraggio". Lo segnala l'esponente del comitato di quartiere, il leghista Marco Cimatti, che lamenta "un totale disinteresse, da parte dell'attuale amministrazione forlivese, per alcuni quartieri del forese, tra cui Branzolino. Nel corso di questi anni il comitato di quartiere ha formulato numerose richieste e avanzato altrettante proposte di messa in sicurezza della Via XXIII Novembre 1944 e altre vie del quartiere, per tutelare sia i residenti che gli automobilisti che vi transitano quotidianamente. La circolazione di mezzi agricoli e camion è messa a dura prova a causa della carreggiata troppo stretta e dell'assenza di piazzole di sosta."

"Anche i cittadini del forese pagano le tasse", incalza Cimatti, che fa notare come quartieri limitrofi abbiano "risolto i loro problemi di sicurezza stradale, ottenendo l'attenzione e l'impegno di questa Giunta, che tuttavia ha dimenticato altre zone. Come comitato di quartiere abbiamo chiesto a questa Amministrazione di mettere mano alla viabilità della Via XXIII Novembre 1944, attraverso l'installazione di una rotonda nell'incrocio con Via Minarda, cartellonistica stradale, illuminazione, messa in opera di piazzole per la sosta degli autobus e la posa di dossi per circoscrivere il centro abitato di Via Primo Montanari"

"Richieste eccessive? Non mi sembra", ironizza l'esponente leghista che fa notare come quelle stesse richieste, inoltrate da altri quartieri per le stesse strade, siano state accolte dall'Amministrazione forlivese che "privilegia alcuni cittadini e bistratta altri." "L'Amministrazione comunale dovrebbe garantire equità nella pianificazione e messa in opera dei lavori pubblici", chiosa Cimatti, che poi si dissocia dal piano di riassetto territoriale promosso dalla Giunta Balzani che "accorpa a casaccio i quartieri del forlivese con l'intenzione di risparmiare denaro pubblico. Peccato che i comitati di quartiere vivono di volontariato, creano aggregazione e integrazione culturale. Dov'è il risparmio se si tagliano degli enti gratuiti? La Lega Nord appoggia senza riserve la proposta avanzata dalla Circoscrizione 1 nella quale viene chiesto di rimandare il nuovo assetto del decentramento alla prossima amministrazione per valutare al meglio le varie possibilità di riassetto territoriale."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quartieri, il grido della Lega per Branzolino: "Si pagano le tasse, ma i lavori sono un miraggio"

ForlìToday è in caricamento