menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bulbi in parlamento? "Per ora resto in Provincia"

"Negli ultimi giorni sono stato ripetutamente sollecitato a dichiarare le mie intenzioni circa il mio impegno politico futuro. Questo, anche, in nome di scadenze che si presentano come fondamentali, definitive"

“Negli ultimi giorni sono stato ripetutamente sollecitato a dichiarare le mie intenzioni circa il mio impegno politico futuro. Questo, anche, in nome di scadenze che si presentano come fondamentali, definitive, in un momento nel quale, per altro, nulla vi è di certo, nemmeno il testo della legge elettorale che definirà le modalità delle prossime elezioni politiche nazionali. In questa situazione, con accresciuta convinzione, confermo quanto da sempre penso e cerco di comunicare: il mio intendimento e la mia unica preoccupazione è di lavorare al meglio specie ora che l’Ente che presiedo, sta vivendo gli ultimi atti della sua vita istituzionale”. Massimo Bulbi è chiaro.

Il presidente della Provincia di Forlì-Cesena in una nota specifica le sue intenzioni: “Voglio contribuire, in modo serio, allo storico riordino in atto, cercando di costruire le condizioni affinché funzioni e servizi importanti, come per esempio il settore Agricoltura e i Centri per l'Impiego, possano continuare, pur riorganizzati, ad essere garantiti secondo il principio di prossimità ai cittadini e per portare a termine quei progetti che, riconosciuti come strategici per la nostra provincia, ho inserito nel programma di mandato su cui mi sono impegnato con tutti i cittadini di questo territorio: il Casello del Rubicone, l'avvio della ristrutturazione della Rocca delle Camminate, la messa in sicurezza della viabilità provinciale. Queste sono le cose di cui continuo ad occuparmi in questi giorni e che penso stiano veramente a cuore ai cittadini, visto che mi vengono sollecitate negli incontri con le Associazioni economiche, i Sindacati, gli Imprenditori, i Professionisti e, nei tanti momenti di confronto, con la gente della nostra provincia”.
 

“Su tutto questo sono, dunque, concentrato in questo momento, perché credo di avere ancora del lavoro da svolgere. Poi, certo, fatto ciò, perché negarlo, considererei un onore potere continuare il mio lavoro per questo territorio con altre responsabilità, in una fase critica nella quale la sinergia fra i vari livelli di governo può risultare uno strumento decisivo per superare le difficoltà e costruire al meglio il futuro. Solo in quel momento, sperando che, nel frattempo, siano state definite anche le regole del gioco, se sentirò di potere continuare al meglio il mio impegno, e se ne avrò la possibilità, con la solita passione e la solita franchezza, non mi tirerò indietro”, conclude il presidente.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento