Forlì, il cambiamento in cinque anni. Zoli (Pd): "Soddisfatto del tanto di buono che è stato fatto"

"Concludo questo mio mandato con la consapevolezza che Forlì nel 2019 è una città migliore di quella che ho trovato nel 2014", afferma Zoli

Massimo Zoli, consigliere comunale uscente e candidato consigliere nella lista del Partito Democratico per il comune di Forlì, traccia un bilancio personale dei 5 anni di mandato amministrativo che si avvia alla conclusione. "Forlì oggi, per chi guarda con occhio critico, ma onesto, è sicuramente una città con tanti indicatori in crescita e anche per l’osservatore meno attento si può semplicemente concludere che nella nostra città si vive bene - esordisce l'esponente dem -. Molteplici segnali fanno della nostra città un luogo ideale per vivere e crescere i nostri figli, oltre ad un innegabile attitudine dei forlivesi a saper fare impresa e a cogliere con l’associazionismo e la cooperazione tutte le opportunità che si presentano a loro, le scelte amministrative hanno fatto la differenza e l’impegno nel raggiungere i risultati è stato più volte evidente".

"Scelte importanti di cui il Partito Democratico, che contava da solo la maggioranza dei seggi, è stato sicuramente valido sostenitore - continua Zoli -. Durante questi 5 anni con i miei voti espressi in consiglio ritengo di aver rispettato il mandato ricevuto dagli elettori, sostenendo il sindaco Davide Drei con spirito collaborativo e propositivo. Efficace la nostra azione amministrativa di questi anni, dall'attenzione alla scuola, alla realizzazione delle infrastrutture fino ai temi ambientali sempre al centro del nostro agire. Soddisfatto del tanto di buono che è stato fatto, mi ripresento agli elettori per un secondo mandato, consapevole che le competenze e le conoscenze, che come forza politica possiamo mettere in campo, ci permettono di progettare e offrire una visione completa e puntuale sul da farsi per i prossimi 10 anni. Partendo da qui voglio rinnovare il mio impegno, assicurando a chi voterà Partito Democratico visione, progettazione, collaborazione con i cittadini e i corpi intermedi".

Chiosa Zoli: "Nei prossimi mesi giungeranno a Forlì consistenti finanziamenti, regionali, nazionali ed europei per far compiere alla città e ai territori della romagna forlivese altri passi in avanti, tutto ciò per merito della giunta uscente che ha lavorato intensamente per garantire alla città certezze per la sua crescita futura. In queste ultime settimane ho percorso qualche centinaia di chilometri in città dalle periferie al centro storico, usando l’auto, i mezzi pubblici e la bici, ho fatto foto, ho parlato con persone e ho cercato di capire dove potremmo migliorare la nostra azione amministrativa. Sono tante le cose che faremo, certo come sono che i cittadini ci vorranno accordare alle prossime elezioni la loro fiducia, assieme a Giorgio Calderoni, il nostro futuro sindaco, lavoreremo per il bene della nostra Forlì. Nel frattempo concludo questo mio mandato con la consapevolezza che Forlì nel 2019 è una città migliore di quella che ho trovato nel 2014".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

Torna su
ForlìToday è in caricamento