Medicina, la replica di Zattini a Calderoni: "Atteggiamento allarmistico che non condivido"

Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, replica così all'esponente di "Forlì & co" Giorgio Calderoni in merito alle sue esternazioni a commento del progetto di insediare un corso di laurea di Medicina e chirurgia dell'Alma Mater

"Questa amministrazione ha piena fiducia nella road map dell'ateneo di Bologna". Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, replica così all'esponente di "Forlì & co" Giorgio Calderoni in merito alle suo intervento in Consiglio comunale a commento del progetto d'insediamento di un corso di laurea di Medicina e chirurgia dell'Alma Mater nella città mercuriale. Per l'ex candidato a primo cittadino si tratta di "una scelta che non guarda al futuro, ma al passato di questi ultimi 30 anni, vale a dire consolidare il monopolio di Bologna per i prossimi 15 anni". Parole che hanno provocato una frattura nel centro-sinistra, col segretario dem Daniele Valbonesi che ha ribadito la linea tenuta dalle amministrazioni precedenti.

Entra nel dettaglio Zattini: "Per quanto riguarda la questione dei tecnicismi contabili e le perplessità di natura giuridica sollevate legittimamente dal consigliere Calderoni, vorrei rassicuralo sul fatto che questa Giunta sta agendo in piena sintonia con i vertici dell’Alma Mater per fugare possibili ripercussioni sul fronte delle responsabilità amministrative. Faremo tutto il necessario per verificare la fattibilità trasversale di questo progetto".

"In ogni caso, ritengo che non ci siano dubbi sulla natura e le potenzialità dell’operazione - prosegue il primo cittadino - l’avvio del corso di laurea di medicina e chirurgia rappresenta un'opportunità imperdibile per il nostro territorio e se lungo la strada del suo insediamento si presentassero delle difficoltà, è nostro dovere fare di tutto per azzerarle nell'interesse non solo di Forlì, ma di tutta la Romagna".

"È per questo motivo che rispetto l’atteggiamento allarmistico del consigliere Calderoni ma assolutamente non lo condivido - attacca -. Perché di fronte a questa sfida, che è prima di tutto una grandissima occasione di crescita, è nostro dovere bypassare le contrapposizioni politiche e muoverci all'unisono, dimostrando condivisione di intenti e anteponendo i vantaggi della collettività a quelli del singolo. Mi auguro che i prossimi mesi ci vedano tutti dalla stessa parte, impegnati nella realizzazione di un sogno che farà di Forlì una città universitaria all'ennesima potenza". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arriva la neve di Santa Lucia, il parere dell'esperto: ecco ci attende nelle prossime 48 ore

  • Doccia fredda sui lavoratori del centro commerciale: "Ridotti ulteriormente i festivi di chiusura"

  • Tra gli amici c'era anche l'orco: violentava una bambina di 11 anni durante le 'rimpatriate' del weekend

  • Ci sono due bellezze di Forlì alla finale di Miss Curvyssima

  • Anziano trovato in mezzo alla strada morto con la sua bici in terra

  • Travolta dal vicino al volante di un furgoncino: ennesima sciagura sulle strade del Forlivese

Torna su
ForlìToday è in caricamento