Meldola, Pd: "Spariti i soldi per gli investimenti alla casa di riposo"

"Dove sono finiti e come sono stati spesi circa 500.000 euro? Non si vede l'investimento effettivamente realizzato sul territorio, il risultato che l'uso di queste risorse avrebbe dovuto produrre"

Nel 2009, il bilancio dell’Istituzione “Drudi” chiudeva con una disponibilità per investimenti di circa 750.000 euro, dopo tre anni di attività della Giunta Zattini, al 31/12/2011 la disponibilità finanziaria per investimenti dell’Istituzione è scesa a 230.000 euro”: è l'attacco di Michele Drudi
Segretario comunale PD Meldola.

Che continua: “Sorgono spontanei, a questo punto, alcuni interrogativi, che rivolgo non al Cda dell’Istituzione, ma al Sindaco e alla Giunta in quanto responsabili del controllo e dell’indirizzo nei confronti dell’Istituzione stessa. Dove sono finiti e come sono stati spesi circa 500.000 euro? Non si vede l'investimento effettivamente realizzato sul territorio, il risultato che l’uso di queste risorse avrebbe dovuto produrre”.

“È forse la ristrutturazione del VI piano, con lavori previsti per 330.000€ di cui però 150.000€ arrivano grazie a un contributo della Regione? A due anni dalla delibera comunale 132/2010 che dava il via ai lavori, c’è grave ritardo nell'avvio e nell’esecuzione delle opere, che ha causato un danno sia all'economia locale (gli investimenti pubblici permettono a molte imprese del territorio oggi in crisi di lavorare) sia soprattutto agli utenti della struttura. Infatti, non sono state ottenute le economie di 0,40-0,60€ per ospite, quantificate nella Relazione tecnica allegata alla Delibera 132/2010, ma al contrario le rette sono state aumentate di 2,55€ pro-capite nel 2011, ed è previsto un aumento di altri 1,32€ pro capite nel 2012. Tutto questo, si badi bene, non dipende dall’accreditamento, che per l’Istituzione non è stato fatto. Non ci sono altri a cui addossare responsabilità, che ricade interamente sul cda e sull’Amministrazione”.

“Occorre poi considerare che nel 2011, con rette aumentate di 2,55€ a ospite, le manutenzioni ordinarie sono salite da 125.000€ (dato 2010) a 170.000€, mentre nel 2012 in preventivo ritornano a 128.000, ma nonostante ciò il Cda impone un altro aumento di 1,32 a ospite. Sulle manutenzioni non si specula, e quindi chiedo: le manutenzioni sono necessarie o no? Come e per fare cosa sono stati spesi 170.000€? Su questi punti il Sindaco e la Giunta devono dare chiarimenti, ma alcune cose sono certe: le rette aumentano, non ci sono risultati concreti e visibili degli investimenti riportati in bilancio, i servizi non migliorano, e tutto ciò avviene nonostante siano state realizzate forti economie con il taglio dei servizi di pulizia”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento