menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mensa dei poveri a rischio chiusura, Pasini (Udc): " Il Comune se ne occupi"

“A fronte di tutto questo, - dice Pasini - ho presentato in Consiglio comunale un question time nel quale lancio un appello all'amministrazione comunale, perchè ci si attivi in tutti gli ambiti al fine di sostenere economicamente la mensa"

“La mensa dei poveri di Santa Maria del Fiore è a rischio chiusura. La preoccupante notizia non è che la sconfortante  conferma di quanto, qualche giorno fa, ha sottolineato il rapporto diocesano sulla povertà, che ha rilevato come ci sia un progressivo diffondersi della povertà, che aggiunge alle vecchie forme quelle nuove, sempre più complesse e maggiormente invasive, che minano la dignità della persona,  la solidità della famiglia e il buon vivere della società”, lo afferma  Andrea Pasini, consigliere comunale dell'Udc.

“Le riflessioni in atto, per tentare di rispondere alle sfide che la crisi attuale ci pone, sembrano convergere, in buona parte, sulla necessità di tornare a mettere “l'Uomo al centro di ogni iniziativa” e dunque rivalutare la dimensione della fraternità. Non per nulla questo è uno degli elementi caratterizzanti la mensa per i poveri istituita nel 1983 da padre Lazzaro. - continua Pasini - Oggi iniziamo a percepire chiaramente come, anche sul territorio forlivese, esistano differenze di reddito disponibile sempre più marcate. E' vero che un welfare ed un economia maggiormente solidi rispetto ad altre zone del Paese, ci consentono posizioni migliori di fronte al tracollo di altre realtà nazionali, ma  l’erosione del reddito diretto (disoccupazione, precarietà lavorativa, potere di acquisto) e di quello indiretto (sanità e welfare in generale) manifestano, anche da noi, il tributo pagato dalla popolazione in questo periodo”.

“A fronte di tutto questo, - conclude Pasini - ho presentato in Consiglio comunale un question time nel quale lancio un appello all'amministrazione comunale, perchè ci si attivi in tutti gli ambiti al fine di sostenere economicamente la mensa dei poveri, nobile e indispensabile struttura caritativa e si potenzi lo sforzo, congiuntamente a tutti gli “attori”, pubblici e privati, per trovare, sostenere, e indicare alcune “vie o azioni” per uscire da questa situazione di crisi””.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento