Mercato, si cercano soluzioni. Portolani (FdI): "Banchi ai Portici, Piazza del Carmine e 20 Settembre"

L'ordinanza chiede quindi un unico ingresso ed un'unica uscita per accedere ai banchi, mentre quello del centro storico mercuriale ne conta ben 28

Piazza Saffi sarà orfana almeno fino al 3 dicembre, quando terminerà l'ordinanza regionale firmata dal governatore Stefano Bonaccini, del mercato ambulante del lunedì e venerdì. Il provvedimento vieta "l’attività di commercio nella forma del mercato all'aperto su area pubblica o privata se non nei Comuni nei quali sia stato adottato dai sindaci un piano apposito piano, consegnato ai commercianti, che preveda le seguenti condizioni di minima: una perimetrazione nel caso di mercati all'aperto; presenza di un unico varco di accesso separato da quello di uscita; sorveglianza pubblica o privata che verifichi distanze sociali e il rispetto del divieto di assembramento nonché il controllo dell'accesso all'area di vendita; applicazione della scheda relativa al commercio al dettaglio su aree pubbliche contenuta nell’allegato 9 del Dpcm del 3 novembre".

Si cercano soluzioni

L'ordinanza chiede quindi un unico ingresso ed un'unica uscita per accedere ai banchi, mentre quello del centro storico mercuriale ne conta ben 28. Quale soluzione dunque? Spostare il mercato ambulante al Foro Boario o alla Fiera? Per Marinella Portolani, consigliere comunale di Fratelli d'Italia, non sono le soluzioni ideali. Perchè, spiega a nome del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia, "si andrebbe ulteriolmente a penalizzare il centro, dove ormai il 50-60% di negozi è chiuso; ed è, nostro malgrado, facilmente prevedibile pensare che un altro 10% possa chiudere entro i chiudere prossimi 6 mesi come conseguenze del lockdown".

Portolani propone quindi "un modello facile, realizzabile velocemente, che ha funzionato per tanti anni in passato: il mercato ambulante in Piazza del Carmine e Piazza 20 Settembre prolungato in Largo De Calboli, via Valzania, Via Antonio Fratti e via Tre Mori. Si tratta di rinunciare ai parcheggi per soli due giorni fino alle ore 14,50 e affidare le postazioni solo ai titolari". Per l'esponente del gruppo consiliare di Fratelli d'Italia, "con questa formula non creiamo ulteriori danni al centro ed eliminiamo diverse uscite ed entrate importanti per accedere al centro, non danneggiando nessuno e non creando disorientamento ai clienti".

Riguardo poi agli ambulanti volanti, "si può dar loro la possibilita di andare ai Portici o al mercato del Ferrovecchio, aggiungendo gli espositori di  fiori e vimini in pianta stabile. Con questa formula nell'area del centro commerciale "I Portici" si verrebbe a risolvere le problematiche in materia di degrado e sicurezza". Altra soluzione, come incentivo, sarebbe quella di non fare pagare agli ambulanti la tassa di occupazione del suolo pubblico, "rendendo così appetibile anche lo spostamento a chi solitamente vende merce stock e vintage". Una soluzione, conclude Portolani, "che ptorebbe alzare ed incentivare la qualità del mercato, come già avvenuto in altre città".

Lasaponara-portolani-minutillo-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna allenta le restrizioni: centri commerciali chiusi nei weekend. Negozi riaperti la domenica

Torna su
ForlìToday è in caricamento