Merendi: "L'Unione dei Comuni merita comunque l'opportuna dedizione"

"Questa Unione dei Comuni, tanto bistrattata a parole, quanto dimostratasi inefficace ed inefficiente nei fatti, merita comunque l'opportuna dedizione", evidenzia Merendi

Mercoledì 16 ottobre, dopo diversi mesi di silenzio dall'insediamento, si riunirà il Consiglio dell'Unione della Romagna Forlivese. "L'attesa, alla luce dell'importanza degli argomenti all'ordine del giorno (elezione del presidente dell'Unione e Presidente del Consiglio dell'Unione), già peraltro rinviati dal primo consiglio, è parsa a tanti inesplicabile - afferma Riccardo Merendi, consigliere comunale di Dovadola e dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese -. Questa Unione dei Comuni, tanto bistrattata a parole, quanto dimostratasi inefficace ed inefficiente nei fatti, merita comunque l'opportuna dedizione; lo dobbiamo ai cittadini che ci hanno eletto nei rispettivi comuni".

2L'amministrazione forlivese ha già espresso la volontà di abbandonare l'Unione, almeno per come è concepita - prosegue Merendi -. Posizione condivisibilissima, d'altronde che questo ulteriore livello amministrativo presenti diversi problematiche da risolvere non lo si può negare, che il Comune di Forli disperda risorse e personale è altrettanto palese; ciò detto non dovrebbe mutare, da parte di ognuno, fintantoché questa Unione è in essere, l'impegno profuso nell'assolvimento delle proprie funzioni". 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Altro che ottobre, è "l'82 agosto": continua il caldo anomalo. E l'inverno potrebbe essere mite e avaro di piogge

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Storica gioielleria chiude dopo 73 anni, tre generazioni si sono susseguite dietro al banco

  • Festa di compleanno al ristorante con rissa finale e tavoli ribaltati tra due invitati

  • Unione, con l'uscita di Forlì quasi tutti i Comuni non avranno neanche un vigile a disposizione

Torna su
ForlìToday è in caricamento