Politica

Minacce ad una militante? Il giudice assolve il coordinatore provinciale di Fdi Roberto Petri

A denunciarlo fu una militante dello stesso partito, in disaccordo con la sua linea politica, dopo una riunione del direttivo del partito

E' terminata con un'assoluzione la vicenda dell'accusa di minacce mossa al coordinatore di Fratelli d'Italia Roberto Petri. A denunciarlo fu una militante dello stesso partito, in disaccordo con la sua linea politica, dopo una riunione del direttivo del partito. Petri all'indirizzo della donna, dipendente delle terme di Castrocaro, disse 'Le saluto il suo datore di lavoro, mio grande amico', una frase che in quel contesto suonò alla diretta interessata come una minaccia velata al suo posto di lavoro. Tuttavia il giudice è stato di avviso diverso e ha assolto Petri, non individuando in tale frase una circostanziata minaccia. “La direzione provinciale di Fratelli d'Italia di Forlì-Cesena esprime viva soddisfazione” per la sentenza del giudice di pace di Forlì che ha assolto il coordinatore Roberto Petri dall'accusa di minacce”, spiega una nota dello stesso partito.

“Con tale decisione - sottolinea la direzione provinciale di Fratelli d'Italia - si fa chiarezza su una vicenda che fin dal suo nascere aveva avuto aspetti a dir poco paradossali e si conferma in tal modo l'assoluta correttezza e integrità morale di Roberto Petri”. La direzione provinciale di Fratelli d'Italia, infine, auspica che “il confronto fra le parti avvenga sempre in un clima corretto e non in luoghi estranei al dibattito politico e sociale”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce ad una militante? Il giudice assolve il coordinatore provinciale di Fdi Roberto Petri

ForlìToday è in caricamento