Mobilità, Pompignoli (Lega): "Rendere le fermate dei bus accessibili ai disabili"

A sollevare la questione è il consigliere della Lega Massimiliano Pompignoli, che ha presentato una risoluzione alla Giunta regionale

Attivarsi perché vengano garantiti bandi e progetti di finanziamento regionali per poter sostenere e agevolare gli enti locali nella realizzazione di interventi di adeguamento e messa a norma delle fermate dei mezzi pubblici rispetto ai criteri di accessibilità delle persone con disabilità o mobilità ridotta. A sollevare la questione è il consigliere della Lega Massimiliano Pompignoli, che ha presentato una risoluzione alla Giunta regionale.

"Recentemente - sottolinea il consigliere - sono apparsi sulla cronaca locale alcuni articoli che rilevano l’impossibilità per i cittadini diversamente abili di accedere al trasporto pubblico locale di Start Romagna, in quanto molte delle fermate degli autobus risulterebbero non a norma. Ma è di fondamentale importanza che tutte le persone possano usufruire, alle medesime condizioni, di questo servizio pubblico per recarsi al lavoro o a scuola, raggiungere i grandi centri urbani, le località turistiche e visitare i propri familiari residenti in altre località della regione". Per questo Pompignoli chiede alla Giunta di intervenire e di permettere che vengano messe a norma le fermate.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Forlì usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento