menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morrone (Lega Nord): "No ad altri tagli al sistema sanitario romagnolo"

"Maggiore attenzione e sensibilità al tema della salute e NO ad ulteriori tagli". Così il Segretario Prov.le della Lega Nord Forlì-Cesena, Jacopo Morrone, sul Decreto-Balduzzi

"Maggiore attenzione e sensibilità al tema della salute e NO ad ulteriori tagli". Così il Segretario Prov.le della Lega Nord Forlì-Cesena, Jacopo Morrone, sul Decreto-Balduzzi che disciplina e interviene unilateralmente sul riassetto della rete ospedaliera nazionale, indicando come obiettivo standard una media di 3,7 posti letto ogni mille abitanti.

"Il provvedimento del Ministro della Salute, Renato Balduzzi,  si presenta come un'azione di tagli indiscriminata che rischia di colpire le Regioni virtuose che già hanno intrapreso un percorso di riorganizzazione dell'assistenza ospedaliera, sacrificando ahimè i piccoli complessi periferici e innumerevoli posti letto - continua Morrone -. Tramite i nostri consiglieri in Regione solleciteremo il governatore Errani e l'Assessore Lusenti a opporsi energicamente a questa invasione di campo e a ricorrere alla Consulta per violazione delle competenze regionali stabilite dalla Costituzione. Errani non perda tempo e non accetti alcun ultimatum da Roma".

"A fronte di una crescita della popolazione residente in E-R nell'ultimo anno di 26.807 unità (+0.6 % - dati aggiornati al 1° gennaio 2012 - la popolazione emiliano - romagnola tocca quota 4.459.246) è impensabile nonché deleterio sforbiciare ulteriormente sulle strutture ospedaliere locali e sui posti letto - chiosa l'esponente del Carroccio -. Per contro è necessario attivarsi per tutelare la salute dei cittadini romagnoli e impedire l'ennesima razionalizzazione dei posti letto."

Infine conclude il Segretario Morrone: "Nel corso dell'ultimo anno i plessi ospedalieri romagnoli hanno già subito interventi di riorganizzazione coattiva, drastica riduzione dei servizi socio-sanitari e diminuzione delle unità ospedaliere. Ora basta! Bisogna rivendicare gli interventi già fatti e impedire un ulteriore sfoltimento dei posti letto! La Lega Nord in Romagna si è sempre spesa per la salvaguardia dei piccoli ospedali locali e il mantenimento dei servizi assistenziali nelle comunità periferiche - territoriali e ancora una volta, se necessario, scenderemo in piazza contro le c.d. Case della Salute e a sostegno di strutture e reparti efficienti e funzionali alle esigenze dei cittadini."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento