rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
La polemica

Natale e docce fredde, una settimana di tensioni politiche via social. Valbonesi (Pd): "Dal sindaco Zattini toni arroganti"

Alle parole del primo cittadino replica il segretario territoriale del Pd, Daniele Valbonesi, anche lui attraverso Facebook

Prima il budget sul Natale, poi il caso delle docce fredde nelle palestre comunali e il successivo passo indietro dell'amministrazione comunale. E' stata una settimana di alta tensione politica a Forlì, con continui botta e risposta tra maggioranza e opposizione area Pd e Forlì & Co, che ha visto anche gli interventi del sindaco Gian Luca Zattini sui social. Alle parole del primo cittadino replica il segretario territoriale del Pd, Daniele Valbonesi, anche lui attraverso Facebook.

Ma cosa ha scatenato la reazione di Valbonesi? Questi i passaggi chiave. Intervenendo nel botta e risposta relativa alla variazione di bilancio sulle spese del Natale, Zattini ha parlato di "compatimento verso queste persone e il partito che a Forlì ancora rappresentano", riferendosi agli esponenti di Pd e Forlì & Co, che hanno votato favorevolmente alla delibera, ma con "svista" per loro stessa ammissione. Quanto alla polemica sulle docce fredde negli impianti sportivi, il sindaco, scusandosi "in prima persona per le comunicazioni che sono state diffuse in precedenza", non ha lesinato un attacco ai consiglieri comunali del Partito Democratico, che "sono riusciti a strumentalizzare anche questa situazione. Tutto pur di ritagliarsi un momento di gloria sui giornali e alimentare la propria visibilità. Mi vergogno per loro".

"Senza essere ipocrita, dico subito che nella sana "lotta politica" si può essere duri e alzare, talvolta, i toni - esordisce Valbonesi -. Però devo ammettere che non mi era mai capitato di leggere dichiarazioni dai toni arroganti, supponenti e denigratori verso consiglieri di opposizione da parte di un sindaco del nostro territorio. Questo non fa parte della discussione, della dialettica politica e del dibattito a cui siamo abituati. I consiglieri forlivesi del Partito Democratico possono dare un contributo positivo o negativo, per me positivo, alla propria città, ma comunque la si pensi non meritano questo trattamento da parte del primo cittadino".

"Una caduta di stile? O invece il vero volto di un amministratore solo apparentemente moderato, misurato e compiacente? - si chiede Valbonesi -. Non lo so e personalmente, per come l'ho conosciuto, non me l'aspettavo e mi stupisce. Spero che il fine non sia zittire voci discordi da una narrazione della città che non convince, che non guarda lontano, che punta a gesti piccoli e legati all'ordinaria amministrazione. Ma soprattutto questo non fermerà il corso dei processi democratici che comprendono il confronto, le critiche, anche lo scontro, ma mai gli attacchi personali e offensivi ai rappresentanti eletti dai cittadini, di qualsiasi orientamento politico siano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale e docce fredde, una settimana di tensioni politiche via social. Valbonesi (Pd): "Dal sindaco Zattini toni arroganti"

ForlìToday è in caricamento