Politica

Nuova Ravegnana, èViva: "Bene la visione amministrativa di insieme"

èViva Forlì saluta favorevolmente l'accelerazione del dibattito sulla progettazione di un potenziamento del collegamento tra Forlì e Ravenna

Si accende il dibattito sulla qualificazione della Ravegnana. èViva Forlì saluta favorevolmente l'accelerazione del dibattito sulla progettazione di un potenziamento del collegamento tra Forlì e Ravenna che da decenni è una questione aperta nell'ambito delle vie di comunicazione del nostro territorio. Spiega il movimento politico in una nota: "Da anni le amministrazioni e la politica romagnole hanno pensato più ai singoli capoluoghi (o ai comprensori) che non all’insieme, spesso nutrendo contrapposizioni di cui il forlivese in particolare ha fatto le spese anche laddove – come nella costituzione dell’Ausl Romagnola – l’idea di un sistema territoriale capace di essere al contempo di alto livello e vicino ai cittadini era un elemento presente".

"L'intervento viario, assolutamente necessario, è quindi il primo segnale di un ritorno ad una capacità Romagnola di visione amministrativa di insieme - viene aggiunto -. Dispiace che l'impulso essenziale provenga dal Comune di Ravenna (al quale non può che andare il nostro plauso) anziché da quello di Forlì che, con una amministrazione di centro-destra, potrebbe cogliere con uno sforzo limitato un risultato mai perseguito seriamente dalle giunte nell’ultimo decennio, sovente impegnate più a distinguersi dal passato che non a costruire il futuro. Un ulteriore elemento positivo che sembra delinearsi è la sostanziale convergenza sul progetto delle forze politiche di maggioranza e di opposizione nelle amministrazioni interessate che, riteniamo, dovrebbero agire insieme affinché la Regione classifichi l’opera come prioritaria e la renda fattibile in tempi che compensino  almeno in parte il grave ritardo accumulato".

"Riteniamo che sia da perseguire il percorso meno impattante a livello ambientale e più contenuto nei costi, in quanto è probabilmente anche quello con maggiori possibilità di approvazione e celere realizzazione - conclude èViva Forlì -. Auspichiamo infine che l’adeguamento della Ravegnana sia l’occasione per riprendere il filo di una progettazione delle infrastrutture e dei servizi a livello romagnolo, sia rispetto al tema della sanità e del funzionamento dell’Ausl Romagna, sia con riferimento all’Università (la cui programmazione deve ritrovare la capacità di pensare ai poli decentrati come ad una parte dinamica ed essenziale dell’Alma Mater a partire dall’avvio a Forlì del Corso di laurea in medicina), sia rispetto agli assi di comunicazione ancora in sofferenza, come il collegamento tra Forlì e Cesena e quello, interregionale, tra Forlì e Firenze".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Ravegnana, èViva: "Bene la visione amministrativa di insieme"

ForlìToday è in caricamento