rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Nuovo governo

Nuovo governo, Tassinari plaude al discorso del premier Meloni: "Un punto di riferimento per l'intero centrodestra"

E’ il commento a caldo della deputata Rosaria Tassinari, direttamente dalla Camera dei deputati, al termine dell’intervento del presidente del Consiglio Meloni

“Mi è piaciuto e ho applaudito il discorso inaugurale del presidente del Consiglio onorevole Giorgia Meloni. E’ un discorso da leader non solo della destra, ma dell’intero centrodestra. E’ un punto di riferimento importante per i valori liberali, democratici e di libertà, che non è il diritto di fare ciò che piace, ma di fare tutto il possibile per avere il diritto di fare ciò che si deve fare”. E’ il commento a caldo della deputata Rosaria Tassinari, direttamente dalla Camera dei deputati, al termine dell’intervento del presidente del Consiglio Meloni.

Aggiunge Tassinari: “In molti passaggi mi sono sentita in sintonia col presidente Meloni, specialmente sul suo lungo impegno nella politica popolare e nella sua vicinanza alle persone in difficoltà, cosa che io ho vissuto nei dieci anni da sindaco e nel tre anni e mezzo come assessore al welfare e alla famiglia a Forlì”. Tassinari sottolinea il riferimento “all’impegno del Governo per le bollette e carburanti a favore delle famiglie e delle imprese, a discapito anche di altre misure”. Inoltre, “ho molto apprezzato il riferimento ad un nuovo Piano Mattei per l’Africa, come prevenzione alle grandi migrazioni del nostro tempo”. La deputata romagnola sottolinea ancora il richiamo della Meloni sulla famiglia, “culla degli affetti e la più importante istituzione formativa, da sostenere e tutelare, insieme  alla natalità. Concordo nel sostenere che, per uscire dalla glaciazione demografica, serve un piano imponente, economico ma anche culturale, per riscoprire la bellezza della genitorialità e rimettere la famiglia al centro della società”.

Tassinari appoggia in pieno le proposte concrete “di aumentare gli importi dell'assegno unico e universale e di aiutare le giovani coppie ad ottenere un mutuo per la prima casa, lavorando progressivamente per l'introduzione del quoziente famigliare”. Inoltre, “visto che i progetti familiari vanno di pari passo con il lavoro, vogliamo incentivare in ogni modo l'occupazione femminile, premiando quelle aziende che adottano politiche che offrono soluzioni efficaci per conciliare i tempi casa-lavoro e sostenendo i Comuni per garantire asili nido gratuiti e aperti fino all'orario di chiusura di negozi e uffici. L'Italia ha bisogno di una nuova alleanza intergenerazionale”. Spiega ancora la deputata romagnola: “Concordo col presidente del Consiglio sul fatto che la povertà non si combatte con l’assistenzialismo, ma col lavoro, la strada maestra da percorrere. Mi sono piaciuti poi diversi temi che mi stanno particolarmente a cuore, fra cui la centralità dei Comuni montani e delle terre interne; le nuove infrastrutture per collegare le coste adriatiche con quelle tirreniche (penso a questo proposito all’ammodernamento della SS67); la bellezza paesaggistica, la storia, l’arte e il turismo e la cultura non solo delle gradi città e zone più note, ma anche dei tanti paesi e borghi di cui è disseminata l’Italia”.

Tassinari conclude con due sottolineature, una ecologica e l’altra culturale. “Per ecologia intendiamo la difesa della natura con l’uomo dentro. Cioè siamo per un’ecologia antropologica. E la cultura della nostra Costituzione affonda le sue radici nella civiltà greca e giudaico-cristiana riassunta da San Benedetto, patrono d’Europa, nel suo motto Ora et Labora, prega e lavora”. E conclude: “Chi critica il discorso perché non contiene un programma, mi sembra che abbia molti spunti su cui riflettere, fra cui il fatto che la storicizzazione del Novecento forma la base comune dei valori delle Costituzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo governo, Tassinari plaude al discorso del premier Meloni: "Un punto di riferimento per l'intero centrodestra"

ForlìToday è in caricamento