menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo polo commerciale, anche la Rete degli studenti si oppone: "Atto miope contro l'ambiente"

Per la Rete degli Studenti Medi Forlì e la Rete degli Universitari Forlì si tratta di "un simbolo di miopia e di incapacità di cogliere le esigenze vere della città"

Anche "La Rete degli Studenti" si oppone al nuovo polo commerciale di via Bertini. "Mai come prima è necessario ripensare completamente il modello di sviluppo, vista la crisi ambientale che stiamo affrontando e soprattutto considerando la crisi economica che ci si aspetta dopo l’emergenza sanitaria - evidenzia in una nota la Rete degli Studenti Medi Forlì -. Invece, questo intervento rappresenta appieno la miopia dell’amministrazione comunale già nel suo primo anno di mandato. Invece di una riconversione ecologica vediamo l’ennesima grande apertura, che oltretutto penalizzerà ulteriormente le attività già esistenti nel settore con una conseguente messa a rischio dei posti di lavoro come è già successo in passato in occasioni simili. Tutta la nostra solidarietà va ai lavoratori e alle lavoratrici del settore, che sono le prime vittime di aperture fatte in questo modo, senza alcun confronto da parte dell'amministrazione"

"Delle decisioni così rilevanti per il tessuto economico, sociale e ambientale della città non possono essere prese senza alcuna considerazione per i cittadini, le parti sociali e le organizzazioni sindacali, nei confronti dei quali si è vista una chiusura da parte della giunta comunale, prosegue la nota della Rete degli Universitari Forlì, che conclude: "Una città come Forlì non ha bisogno in questo momento di un’espansione dell’attività commerciale; ha bisogno invece di costruire spazi di comunità e socialità, sia nella città ma soprattutto nella periferia, in uno spazio proprio come quello tra la zona industriale e il quartiere di Coriano. Se la giunta vuole dimostrare di tenere davvero alla città e ai suoi cittadini, deve investire sulla riconversione ecologica e sulla cultura e sugli spazi di aggregazione: solo così potrà dimostrare di guardare al nostro futuro oltre che al proprio tornaconto immediato".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento