menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo polo commerciale in via Bertini, il Pd: "Si torni indietro". La Lega: "Amara barzelletta"

"Quell’ulteriore insediamento commerciale non è prioritario e non risponde a specifiche esigenze della città", attacca Valbonesi

"Che l'amministrazione Zattini abbia accolto la richiesta di un incontro pubblico sul nuovo polo commerciale di via Bertini-Balzella è un fatto positivo. Diverso è però il giudizio che come Pd forlivese ci sentiamo di esprimere sulle dichiarazioni contestualmente rilasciate dal vicesindaco Daniele Mezzacapo, che non lasciano intravedere il minimo ripensamento su un progetto non condiviso dai cittadini, dai quartieri e neppure dalle associazioni di categoria". E' quanto afferma il segretario territoriale del Pd forlivese, Daniele Valbonesi.

"Quell’ulteriore insediamento commerciale non è prioritario e non risponde a specifiche esigenze della città - attacca -. Al contrario, romperebbe equilibri urbanistici, economici e sociali, raggiunti con fatica, negli anni, dopo una lunga concertazione locale. Peggiorerebbe le condizioni di vita dei residenti e il generale stato del traffico che insiste su quell’area. Da ultimo ma non ultimo, la variante che l’amministrazione Zattini continua a voler approvare è sbagliata sul piano politico, così come è sbagliato il metodo adottato per realizzarla"-

"La proposta del Partito Democratico è un'altra: si torni indietro e si privilegino progetti per la valorizzazione dell'esistente e il recupero di aree degradate. Sarebbe, molto semplicemente, la scelta migliore per i forlivesi", conclude Valbonesi.

La replica di Pompignoli

"Che il Pd facesse solo i propri interessi non è di certo una novità, ma che addirittura lo facesse manifestando con spavalderia una scarsa memoria è quantomeno imbarazzante", replica il capogruppo della Lega, Massimiliano Pompignoli, che aggiunge: "Il progetto di questo nuovo insediamento commerciale ha radici lontane e nulla ha a che vedere con gli obiettivi e le linee di mandato di questa Amministrazione che, purtroppo, oggi si ritrova a dover gestire, razionalizzare e soddisfare una situazione che non le appartiene ma che ha semplicemente ereditato dal passato".

Continua Pompignoli: "Il fatto che Valbonesi scarichi le responsabilità su chi, responsabilmente, sta cercando di trovare una soluzione in armonia con il territorio e di soddisfare le esigenze - più che legittime - di tutti gli interlocutori interessati da questa variante, aprendosi al confronto pubblico, al dibattito e all'approfondimento democratico con associazioni di categoria, quartieri, imprese e residenti è davvero imbarazzante se si considera che, oltretutto, il Pd ha governato questa città per cinquantanni autorizzando ben 97 potenziali supermercati. E lo ha fatto senza scrupoli, senza tanti giri di parole, assemblee pubbliche o piani del traffico. Che adesso la sinistra, dopo decenni di mal governo, si elevi a difensore del pubblico interesse è la più triste e amara di tutte le barzellette".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Come eliminare l'odore di fumo in casa: ecco i consigli

Attualità

"Non più soli", quattro posti alla Misericordia di Rocca San Casciano

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento