Parco della Resistenza, conclusi i lavori nell'area bimbi. La Lega: "Operazione di facciata"

Per l'esponente del Carroccio, Andrea Costantini, "quella del Comune di Forlì sembra più un’azione di facciata, che un’attività pianificata di lotta al degrado e al ripristino dei parchi e delle aree verdi della città"

Panchina danneggiata al parco di via Bertini

Sistemata dall'amministrazione comunale l'area bimbi del Parco della Resistenza a Forlì. L'intervento è stato completato a seguito di una serie di segnalazione della Lega Nord, anche attraverso il capogruppo in Consiglio comunale Daniele Mezzacapo. Per l'esponente del Carroccio, Andrea Costantini, "quella del Comune di Forlì sembra più un’azione di facciata, che un’attività pianificata di lotta al degrado e al ripristino dei parchi e delle aree verdi della città. Da anni segnaliamo lo stato di abbandono in cui versano panchine, siepi, giochi destinati ai bambini di cui spesso vandali e vagabondi fanno scempio. Nel settembre dello scorso anno avevamo lanciato l’allarme su Parco della Resistenza, un messaggio caduto nel vuoto e raccolto solo dopo che la stampa ha portato all’attenzione pubblica quanto abbiamo documentato, con tanto di fotografie. Solo allora, e in fretta e furia, l’amministrazione si è attivata per tentare di riportare alla normalità una situazione inaccettabile".

"Detto che anche al Parco della Resistenza gli interventi sono raffazzonati e non sono state ancora risolte molte questioni, una su tutte la pulizia dei fondali dello stagno, non va di certo meglio nelle zone periferiche della città - prosegue Costantini -. Anche in questo caso abbiamo assistito a scenari impietosi che abbiamo fotografato e che dimostrano inequivocabilmente che con una semplice pulizia dell’area di Piazzale della Vittoria l’assessore competente spera di distogliere l’attenzione sul problema reale: non c’è una strategia per migliorare la situazione, non vi è alcun coordinamento tra il pubblci e il privato per riqualificare queste aree, vi è solo un assoluto menefreghismo. Lo scivolo, così come l’asse di equilibrio transennati e il dondolo fortemente deteriorato nell’area verde del quartiere Carpinello ne sono una chiara testimonianza. A questi aggiungiamo la recinzione del parco in via Bertini, le altalene divelte e le panchine in cemento frantumate, il cavalluccio a molla del parco di San Martino in Strada dovrebbero essere un monito continuo a questa amministrazione e all’assessore Senzani che si può e si deve fare di più e meglio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento