Parco nazionale, Di Maio (Iv) interroga il ministro: "Completi le nomine senza ulteriori ritardi"

" Ritengo debba essere al più presto messo nelle condizioni di operare a pieno regime e per questo ho presentato una interrogazione al ministero dell'ambiente affinchè al più presto completi le nomine che mancano"

"Il Parco delle Foreste Casentinesi è una risorsa dal potenziale immenso per l'Appennino tosco-romagnolo e non solo. Ritengo debba essere al più presto messo nelle condizioni di operare a pieno regime e per questo ho presentato una interrogazione al ministero dell'ambiente affinchè al più presto completi le nomine che mancano. Non è spiegabile il ritardo che si è accumulato". Lo dichiara il deputato romagnolo Marco Di Maio annunciando la presentazione di un'interrogazione al ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, sulle mancate nomine all'interno del Parco, necessarie per rendere pienamente operativi gli organi del Parco.

"Dopo la positiva conferma del presidente Luca Santini un anno fa per la quale mi sono personalmente battuto e impegnato - afferma - e quelle di competenza del territorio e in particolare della Comunità del Parco, ora tocca al livello nazionale fare la propria parte, e in particolare al ministro dell'Ambiente". Infatti, spiega il parlamentare, il ministero dell'Agricoltura ha proceduto da giugno "appena passata la fase più critica della pandemia, alla nomina del proprio rappresentante e inviandola al Ministero dell'Ambiente: da quel momento nulla più si è mosso. Perchè?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ogni giorno che passa si rischia di bruciare opportunità - afferma Marco Di Maio - non per responsabilità del presidente o dei dipendenti dell'Ente, che anzi rappresentano un'eccellenza dell'Ente. Serve, però, che gli organi istituzionali siano nel pieno delle loro funzioni e possano lavorare a pieno regime assieme ai collaboratori, agli enti locali e a tutti coloro che hanno a cuore lo sviluppo delle attività del Parco".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

  • Tre notti al freddo dopo la scivolata nei boschi, la storia del tartufaio: "Il mio cane non mi ha abbandonato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento