rotate-mobile
Politica

Partiti i lavori per la videosorveglianza nel "parcheggio delle Figurine"

A stretto giro seguiranno la posa delle infrastrutture informatiche e l’installazione degli altri occhi elettronici

Prima telecamera montata nel parcheggio delle Figurine, l'area di sosta di via Somalia di fronte al Naima. A stretto giro seguiranno la posa delle infrastrutture informatiche e l’installazione degli altri occhi elettronici, a seguire l’attivazione dell’intero sistema di videosorveglianza. Spesso utilizzato dai lavoratori, sorattutto in pausa pranzo, il teatro ha visto dei furti a bordo dei veicolo in passato.

“Non solo promesse, ma fatti - esordisce il vicesindaco Daniele Mezzacapo -. Proseguiamo a passo spedito nell’implementazione del sistema di videosorveglianza cittadino, per avere una copertura sempre maggiore su tutto il territorio. Un investimento che fino a qui ha avuto un costo di circa 2 milioni di euro e che ci ha portato ad avere in citta 493 telecamere, erano zero nel 2019 se si considera che sono stati sostituiti tutti gli impianti esistenti ma obsoleti. A fine lavori se ne conteranno, invece, 667”.

Mezzacapo prosegue: “Dopo il parcheggio delle Figurine,  saranno installati nuovi occhi elettronici anche nei parcheggi Matteucci e Galleria Vittoria. Altre telecamere saranno posizionate in corso della Repubblica, in Galleria Vittoria e in prossimità della rotonda dell’Ospedaletto e della rotatoria tra viale Roma e via Zangheri”. Prosegue il vicesindaco: “E’ notizia di questi giorni che le forze dell’ordine hanno individuato alcuni soggetti responsabili di reato grazie anche al sistema di videosorveglianza, evidentemente siamo sulla buona strada. Sin dall'inizio, la nostra scelta ha seguito una logica ben precisa: investire sulla sicurezza dei cittadini dotando le forze dell’ordine di sistemi di alta qualità volti a favorire lo svolgimento delle indagini. A nulla servono strumenti obsoleti o di pessimo livello se vogliamo contribuire ad una maggior efficacia all’operato delle forze dell’ordine, Polizia locale compresa”.

Nel concludere il ragionamento, Mezzacapo afferma: “Il centrosinistra continua a sostenere che il nostro cavallo di battaglia in fatto di sicurezza si sia trasformato in un tallone d’Achille, ma erroneamente e dato alla mano non considerano, invece, quanto è stato fatto fino ad ora e lo dimostrano i recenti fatti di cronaca. Perciò, proseguiremo nel potenziare il corpo di Polizia locale con l’assunzione di nuovi agenti con competenze specifiche in materia di sicurezza urbana e andremo avanti con l’ampliamento del sistema di videosorveglianza con dispositivi di nuova tecnologia fino ad avere una capillare copertura di zone a maggior rischio e nei punti nevralgici della città. Ma non è tutto, l’obiettivo è creare una sala operativa per il monitoraggio in tempo reale, operativa h24”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partiti i lavori per la videosorveglianza nel "parcheggio delle Figurine"

ForlìToday è in caricamento