menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasini (Udc): "Quale sarà il futuro per l'ospedale di Santa Sofia?"

Quale sarà il futuro per l'ospedale di Santa Sofia? È l'interrogativo che Andrea Pasini, Segretario Provinciale dell' Udc sta condividendo con i cittadini e gli operatori sanitari

Quale sarà il futuro per l'ospedale di Santa Sofia? È l'interrogativo che Andrea Pasini, Segretario Provinciale dell’ Udc sta condividendo con i cittadini e gli operatori sanitari, preoccupati dai tagli preventivati in materia di sanità e soprattutto di ospedali, visto che anche i maggiori sono oggetto di radicale trasformazione. Scelte che mirano ad incentivare le fantomatiche “case della salute” piccole, medie, grandi a seconda della popolazione presente.

Il Segretario Provinciale dell’ U.D.C., attento alle problematiche Socio Sanitarie del territorio, fa inoltre presente “come, nell’assordante silenzio delle Amministrazioni Comunali di Santa Sofia, Galeata, Civitella di Romagna, i lavori edilizi nell’Ospedale di Santa Sofia, proseguano, molto lentamente, col concreto rischio che, per carenza di ulteriori finanziamenti, possano essere interrotti”.

“ Il cartellone, ormai logorato dalle intemperie e dal tempo, posto accanto alla struttura ospedaliera, recita “Lavori di adeguamento sismico, ristrutturazione ed adeguamento impiantistico e funzionale dell’ospedale Nefetti di Santa Sofia” e sottolinea come i lavori, consegnati dalla AUSL di Forlì nell’ormai lontano 2007, dovevano essere ultimati entro il 20.09.2010 per un importo di contratto superiore ai 6 milioni di Euro. Purtroppo, con enorme riardo e alterne vicende, i lavori proseguono ancora e non è prevista la conclusione a breve”, sottolinea Pasini.


“Certo è, invece, che le spese sono notevolmente aumentate, si parla di alcuni milioni. Siamo di fronte ad una autentica tela di Penelope, fatta di ripensamenti continui, di lavori eseguiti e poi demoliti, errori tecnici o incapacità direzionale e progettuale – ha proseguito -. Ed i costi su chi gravano? Sulla ditta esecutrice dei lavori o sull’ Ausl e quindi sui cittadini? I cittadini assistono impotenti a  questo strano modo di procedere, ma è possibile che nessuno sappia niente? Neanche il Sindaco di Santa Sofia? Questi dovrebbe ben conoscere il progetto complessivo, le cause dell’enorme ritardo e soprattutto la data della conclusione dei lavori, oltre all’utilizzo della struttura ospedaliera quando si riproporrà il nuovo piano Assistenziale Locale e quando gli scenari di “integrazione” con Cesena saranno meno nebulosi! Ma……..chi vivrà vedrà! Anche il parcheggio dell’Ospedale è stato notevolmente ridotto, le auto sostano pericolosamente e provvisoriamente sulla banchina della strada di accesso, rendendo difficoltoso il percorso lungo i tornanti per raggiungere l’Ospedale ed i locali di primo intervento”.  Di qui l'invito di Pasini ai cittadini “perchè vigilino  per la salvaguardia e l’efficienza dei servizi fondamentali e necessari per la società”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento