Lunedì, 15 Luglio 2024
Politica

Pci: "Neofascismo nelle giovanili di Fratelli d'Italia, a noi comunisti ciò non ha certo colto di sorpresa"

"Noi del PCI non avevamo bisogno di Fanpage per conoscere la verità e la storia della Meloni e di chi si allea con lei"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Mentre i forlivesi continuano a chiedersi come possa essere potuta avvenire la rielezione del sindaco più dimenticabile d'Italia, le cronache del Paese vengono investite da prove inconfutabili dei legami del partito di Bongiorno, prossimo vicesindaco, con la destre estrema, violenta e fascista. A noi comunisti ciò non ha certo colto di sorpresa ed in tal senso è sempre stata estremamente vigile, e sempre lo sarà, la nostra attenzione verso i camerati della Meloni. Ricordiamo che quando a Forlì, poco tempo fa, un gruppetto di irresponsabili, strumentalizzati ed analfabeti studenti sventolava una bandiera delle BR, da noi immediatamente condannati, sulla stampa locale si levarono le voci della giovanile di FdI, pronti a propagandare il loro feroce ed incostituzionale anticomunismo. Vedano di sciacquarsi meglio di quanto tentano di falsificare ora, delle porcherie che appartengono alle loro tessere. Vedano di smetterla di nascondere il loro essere geneticamente fascisti e seguaci di coloro che già dimostrarono di come tradire, offendere ed insanguinare la patria che dichiarano di difendere. Mostrino con coraggio il loro vero volto vergognoso ed illegale. Noi del PCI non avevamo bisogno di Fanpage per conoscere la verità e la storia della Meloni e di chi si allea con lei. La ripeteremo all'infinito. La difenderemo per il bene di tutti. 

PCI - Federazione Forlì-Cesena

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pci: "Neofascismo nelle giovanili di Fratelli d'Italia, a noi comunisti ciò non ha certo colto di sorpresa"
ForlìToday è in caricamento