rotate-mobile
Politica

Pd: "Il Comune non espone la bandiera della pace". L'assessore: "L'avevo in mano alla partenza della Marcia"

Polemica in consiglio comunale, a Forlì, per la mancata esposizione in municipio della bandiera arcobaleno

Polemica in consiglio comunale, a Forlì, per la mancata esposizione in municipio della bandiera arcobaleno della  pace in occasione della Marcia della Pace che si è tenuta domenica mattina da Forlimpopoli a Bertinoro (con partenza in bici da piazza Saffi alla volta di Forlimpopoli). La protesta è arrivata, tramite un question time, da Elisa Massa, consigliera Pd, che già in passato aveva contestato la mancata esposizione del simbolo della pace all'indomani dell'invasione russa dell'Ucraina. Per Massa la non esposizione del vessillo “è una presa di posizione politica nei confronti dell'opposizione che l'ha chiesto”.

Nella sua risposta, lunedì pomeriggio, l'assessore alla Pace Rosaria Tassinari ha invece rimarcato di essere stata presente alla partenza e all'arrivo a Bertinoro della Marcia della Pace “e di aver tenuto in mano, anche fotografata, la bandiera della pace”. Per quanto riguarda la marcia, infine, ha sottolineato che il Comune di Forlì è stato il principale sostenitore dell'iniziativa con un contributo da 4.500 euro, inserito in un totale di 12.500 euro che il municipio ha erogato nel 2022 al Centro per la Pace, organizzatore della camminata. Per Massa, tuttavia, l'averla avuta in mano domenica “non esime il Comune dall'esposizione ad un balcone, come hanno fatto molti altri Comuni”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd: "Il Comune non espone la bandiera della pace". L'assessore: "L'avevo in mano alla partenza della Marcia"

ForlìToday è in caricamento