menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PdL e Lega Nord: "Stabilizzare i 184 precari dell'Ausl"

Quali iniziative intende intraprendere al fine di stabilizzare i contratti precari all’interno dell’Ausl? E’ la domanda che pongono con una interrogazione i capigruppo del Pdl in consiglio provinciale Stefano Gagliardi e della Lega Nord Gianluca Zanoni.

Quali iniziative intende intraprendere al fine di stabilizzare i contratti precari all’interno dell’Ausl? E’ la domanda che pongono con una interrogazione i capigruppo del Pdl in consiglio provinciale Stefano Gagliardi e della Lega Nord Gianluca Zanoni. Dicono i due politici: “Le organizzazioni Sindacali hanno espresso la loro preoccupazione in merito all'applicazione della Spending Review sulla spesa del personale, poiché si tratta di  un taglio lineare che non incide in modo assoluto sugli sprechi, ma che potrebbe  avere pesanti ricadute sui servizi erogati”.

“Per di più si annuncia che a pagare il prezzo saranno i 184 lavoratori a tempo determinato, che sarebbe invece  opportuno invece  assumere a tempo indeterminato, perché tale scelta non sarebbe certo uno spreco di denaro ma  una salvaguardia delle professionalità acquisite tale da  mettere  a frutto l'investimento formativo già operato dall'Azienda Contestualmente i rappresentanti sindacali hanno chiesto con forza alla Regione Emilia-Romagna di mantenere inalterata la spesa 2012 per il personale, per poter garantire gli attuali livelli dei servizi erogati dall'Azienda USL di Forlì”, dicono Gagliardi e Zanoni.

“L’Ausl di Forlì è l’unica azienda a trovarsi con un elevato numero di personale precario, essendo stato disatteso il turn-over possibile fino a tutto il 2012 nel comparto sanità ed amministrativo, e ancora oggi manca una programmazione delle assunzioni e le distribuzione delle risorse al fine di garantire i servizi attualmente presenti nel territorio. L'azienda USL di Forlì dal 2009 ha effettuato una serie di riorganizzazioni dei servizi sul territorio e sull’ospedale, che hanno già prodotto un risparmio consolidato sulla spesa del personale di 4.370.000 euro, riportando la dotazione organica ai livelli del 2004”.

Pertanto nell’interrogazione si chiede di conoscere il Piano Occupazionale per l’anno 2013 rispetto alla dotazione organica; di essere informati sul  numero del personale attualmente impiegato a tempo determinato, il cui contratto è in scadenza nel corso dell’anno; quali iniziative intende intraprendere al fine di stabilizzare i contratti precari all’interno dell’Ausl.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento