rotate-mobile
Politica

"Perché votare Drei? Non solo cinque motivi, ma molti fatti concreti"

"Perché la politica di Drei si basa sulla difesa dell’ambiente, del territorio, dell’acqua, della salute, dell’istruzione, del patrimonio culturale, della parità di genere, della sicurezza"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"Perché la politica di Drei si basa sulla difesa dell’ambiente, del territorio, dell’acqua, della salute, dell’istruzione, del patrimonio culturale, della parità di genere, della sicurezza. Questi sono beni e diritti di tutti che tali resteranno. Perché la politica del welfare da lui indirizzata ha dato prova già negli anni passati del grande lavoro dedicato alla tutela dei servizi alla persona: 1/3 del bilancio comunale è stato ad esso dedicato e questa politica in Drei troverà piena continuità. Non è politica di assistenza ma di partecipazione di tutti i cittadini, è la garanzia della difesa dei diritti fondamentali dell’uomo, è una politica seria che parte dalla difesa dei beni e diritti, che attacca le criticità e rilancia nello sviluppo sociale.

Perché sceglie il diritto alla casa per tutti. Per rispondere alla domanda sempre più crescente delle fasce deboli nascono i progetti di housing sociale, con una grande possibilità di sviluppo e di risposta al cittadino. Sceglie la difesa del territorio attraverso la prosecuzione di una politica urbanistica che intende limitare il consumo del suolo e preferisce la riqualificazione ambientale e la rigenerazione urbana. Si partirà dal censimento dei fabbricati inutilizzati promuovendone la riutilizzazione. Rinasceranno i quartieri e si riporteranno a nuova vita le parti della città oggi maggiormente in declino. Il centro storico tornerà ad essere il cuore pulsante di una città viva che si incontra nelle piazze e nei vicoli.

Perché sceglie la sanità d’eccellenza con un sistema sanitario che richiederà all’AUSL romagnola una stagione di investimenti e di aggiornamenti tecnologici importanti per la nostra città. Perché la qualità del polo sanitario forlivese, la nostra prima impresa nel territorio, mantenga alto il livello raggiunto. Perché sceglie l’istruzione e per questo garantirà il completamento dei lavori del Campus universitario, il Corso di laurea in Meccanica, il completamento del Tecnopolo (2015), ma sceglie anche di mantenere  il primato del miglior servizio educativo 0-6 anni della Regione. Perché sceglie la qualità dell’istruzione, l’equità sociale e la possibilità di scelta educativa con un sistema integrato pubblico-privato che già nell’assessorato a sua guida ha trovato risposte di qualità e trasparenza.

Perché Drei intende proseguire nella progettazione di un piano di organizzazione scolastica che si farà carico degli istituti superiori e della qualità formativa, dell’edilizia scolastica con particolare attenzione al diritto allo studio. Perché sceglie il lavoro e la difesa del lavoro. Perché porterà avanti quel rilancio dell’economia e dell’impresa che ha già dati i suoi primi segnali positivi con l’accordo Electrolux, con il rientro dei lavoratori della Ferretti e con il progetto di sviluppo dell’aeroporto. Perché lo farà attraverso la lotta alla degenerazione burocratica e attraverso il dialogo, in corale e condiviso: unica strada da percorre per assicurare frutti positivi per tutto il territorio.

Perché Drei intende valorizzare il protagonismo giovanile, stimolando la partecipazione alla vita della città attraverso il potenziamento dei percorsi già iniziati e previsti dal circuito Carta giovani. Perché intende rilanciare e propone il servizio civile universale, un’esperienza che attraverso l’occasione dell’incontro e del “fare insieme” crea dialogo, solidarietà ma anche  formazione e lavoro. Perché crede nell’impegno di ognuno attraverso la valorizzazione del concetto di cittadino solidale, unico soldato marciante nelle file della rivolUNIONE". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Perché votare Drei? Non solo cinque motivi, ma molti fatti concreti"

ForlìToday è in caricamento