Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Polemica sul capogruppo Pd, Forza Italia: "Offese alla presidente del Consiglio senza scuse, si dimetta"

E' polemica politica dopo il litigio in Consiglio comunale tra il capogruppo Pd Soufian Hafi Alemani e la presidente del Consiglio comunale Alessandra Ascari Raccagni

E' polemica politica dopo il litigio in Consiglio comunale tra il capogruppo Pd Soufian Hafi Alemani e la presidente del Consiglio comunale Alessandra Ascari Raccagni. A margine, infatti, di uno degli innumerevoli bisticci per i turni di parola o per il rispetto dei tempi (che ormai sono ampiamente diffusi in modo traversale in vari gruppi consigliari, tanto da rendere il Consiglio comunale più simile a una corrida che ad una decorosa assemblea rappresentativa cittadina), Alemani avrebbe inveito contro la presidente. Per chi ha udito le parole, le ha ritenute offensive. Una versione, però, subito respinta seduta stante dallo stesso Alemani in un intervento successivo.

A prendere posizione sull'episodio è “Forza Italia Azzurro Donna” attraverso una nota della la coordinatrice provinciale Daniela Giari e sostenuta dalla Coordinatrice regionale Erika Seta, che interviene a “stigmatizzare assolutamente l’inqualificabile comportamento assunto, accompagnato da offese anche personali, dal capogruppo del Partito Democratico Alemani durante la discussione nel Consiglio comunale di lunedì, nei confronti della presidente del Consiglio comunale Alessandra Ascari Raccagni”. Sempre la nota: “Posto il ruolo ricoperto di pubblico ufficiale legato alle funzioni di consigliere comunale e nella misura in cui nonostante le reiterate richieste da parte del consigliere Bentivogli e della Consigliera Briccolani ha rifiutato categoricamente di presentare pubbliche scuse, chiediamo al consigliere Alemani di presentare al Consiglio Comunale le proprie dimissioni”.

Ed ancora: “Chiediamo inoltre al Partito che lo ha candidato, per rappresentare l’intera comunità, di prendere pubblicamente le distanze dal comportamento del suo rappresentante, che ha profili misogini e totalmente contrari al messaggio di parità di genere espresso a tutti i livelli  istituzionali. Il linguaggio è il motore del pensiero e da questo si apprende come il consigliere del Pd abbia voluto deliberatamente mancare di rispetto al ruolo, alla funzione ed alla persona del presidente del Consiglio comunale. La scena di inaudita mancanza di rispetto, per veemenza ed arroganza, verso la figura istituzionale e femminile, getta un pesante discredito di immagine sull’intero Consiglio comunale dato che la riunione del Consiglio era trasmessa in diretta streaming via web. Chiediamo al Partito Democratico nella figura del segretario Daniele Valbonesi la volontà di prendere eventualmente le distanze dal comportamento tenuto dal capogruppo e soprattutto chiediamo alla segretaria dell’Unione Comunale di Forlì Maria Teresa Vaccari di esprimere la solidarietà alla presidente Ascari Raccagni, lesa nella figura di donna rappresentante istituzionale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica sul capogruppo Pd, Forza Italia: "Offese alla presidente del Consiglio senza scuse, si dimetta"

ForlìToday è in caricamento