menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Polizia in difficoltà contro i furti, Pasini (Udc): "Solidarietà al Siulp"

“Esprimo piena solidarietà al Siulp e confermo la mia perfetta identità di vedute col sindacato di polizia, che sottolinea la gravità della situazione per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini"

“Esprimo piena solidarietà al Siulp e confermo la mia perfetta identità di vedute col sindacato di polizia, che sottolinea la gravità della situazione per quanto riguarda la sicurezza dei cittadini, messa in grave crisi da un organico assolutamente inadeguato, nonché da decisioni di vertice che non tengono conto delle reali necessità del territorio”.

E' molto chiara la posizione assunta da Andrea Pasini, consigliere comunale e segretario provinciale UDC, in merito alla lettera di protesta inviata dal Siulp al Prefetto di Forlì. Una missiva nella quale, facendo riferimento agli ultimi casi di violenza verificatisi a Diegaro, a Cesena nonché a Forlì, si esprimono preoccupazione perché “le poche forze in campo – spiega il Siulp – non riescono ad arginare questo tipo di “criminalità itinerante” ed i risultati ottenuti, seppur lodevoli per l’impegno profuso dal personale, non possono considerarsi soddisfacenti”, tanto che in alcuni quartieri si è fatto ricorso alla vigilanza privata.

“Nonostante le reiterate richieste del sindacato di polizia di affrontare l'argomento – sottolinea Pasini – non ci sono state risposte da parte delle istituzioni e questo è molto grave. Mi riferisco  anche ai primi cittadini di Forlì e Cesena che sembrano non comprendere, o continuano  sottovalutare, la gravità del problema, che tocca direttamente la sicurezza dei loro amministrati. Ci sono, poi, da parte dei vertici di polizia, decisioni sconsiderate che vedono poliziotti di questa provincia essere aggregati per lunghi periodi in ogni angolo del territorio nazionale, in barba all’efficienza e al risparmio economico. E che dire, poi, della situazione del Tribunale di Forlì. Il sindaco Balzani persiste nel disattendere gli impegni presi come amministrazione, della vigilanza all'interno del Tribunale dove si continuano ad utilizzare, per questo compito, poliziotti e carabinieri, sottratti, quindi, ad altri compiti di sicurezza.  Il tutto in presenza di un impianto di metal detector, da tempo fuori uso, che gli stessi tecnici definiscono obsoleto e inadeguato. La sicurezza e la serenità dei cittadini sono i capisaldi su cui deve basarsi il buon governo di una amministrazione. In provincia di Forlì Cesena  non è così”.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento