menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PolStrada di Rocca, la risposta del Ministero lascia insoddisfatti i deputati forlivesi

Il Ministero dell'Interno sta valutando di continuare a mantenere nel presidio un'operatività che consenta alle Questura di poter disporre di un punto di riferimento dove raccogliere le istanze in materia di polizia amministrativa e di immigrazione

Non arrivano risposte positive dal viceministro dell'interno Matteo Mauri sulla chiusura del presidio di polizia di Rocca San Casciano. "Chiuderlo è un errore che contraddice anche gli investimenti che il Governo sta facendo per potenziare organici e mezzi", ha detto Marco Di Maio replicando in prima persona in Commissione Affari costituzionali, dove è capogruppo, alla risposta del vice ministro. Il Ministero dell'Interno sta valutando di continuare a mantenere nel presidio un'operatività che consenta alle Questura di poter disporre di un punto di riferimento dove raccogliere le istanze in materia di polizia amministrativa e di immigrazione.

"Al Governo chiediamo una revisione radicale della sua decisione", ha insistito il deputato di Italia Viva, evidenziando come "non serve un generico presidio di polizia e non si può pensare che a svolgere i compiti oggi in capo alla stradale di Rocca siano gli uomini della piccola stazione dei Carabinieri". "E' evidente che l'ipotesi attualmente al vaglio del Ministero ci lascia decisamente insoddisfatti", afferma il deputato del M5S, Carlo Ugo de Girolamo, il quale annuncia che chiederà "con urgenza al Prefetto di Forlì-Cesena la convocazione di un nuovo tavolo che veda coinvolti noi parlamentari, i sindaci e i rappresentanti delle Forze dell'ordine per formalizzare una proposta unitaria da sottoporre ai vertici della Polizia". 

"A questo punto il Governo deve prendere una decisione e affrontarne le conseguenze - attacca Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio -. O si mantiene il Presidio, dimostrando che la tanto decantata attenzione ai territori montani è una realtà e non solo una bandiera elettorale, o il Presidio della Polstrada di Rocca chiude e tutto il governo si prenderà la responsabilità di questa scelta, spiegando ai cittadini dove sono finite tutte quelle mozioni sugli aiuti alla montagna approvate all’unanimità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento