menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

PolStrada di Rocca, Pompignoli (Lega) porta il caso in Regione: "Presidio irrinunciabile"

L'interrogazione della Lega chiede alla Giunta di attivarsi con il governo e il ministro dell'Interno: "La chiusura comprometterebbe la sicurezza stradale di tutta la Vallata del Montone"

La Giunta solleciti il governo e in particolare il ministro dell'Interno affinché venga scongiurata la chiusura del distaccamento della Polstrada di Rocca San Casciano, nel forlivese, "facendosi portavoce delle istanze del territorio e dell'urgenza di garantire un presidio di sicurezza irrinunciabile non solo per il comprensorio forlivese, ma per tutta la Romagna". Lo chiede Massimiliano Pompignoli (Lega), che ha presentato un'interrogazione in Regione dopo la notizia della chiusura del distaccamento, che sarebbe stata deliberata in autonomia dalla direzione centrale della Polizia stradale di Roma in accordo col ministero dell’Interno nell’ambito di un piano di razionalizzazione del servizio a livello nazionale.

Si tratta di una sede che a livello centrale si ritiene non più strategica, ma che, secondo il consigliere del Carroccio, sarebbe invece "da sempre un presidio di sicurezza irrinunciabile". Lo dimostrerebbero, scrive Pompignoli, "i tantissimi interventi che svolgono i gli agenti del distaccamento lungo la strada statale SS67 fino al passo del Muraglione, sia d’inverno, quando soccorrono i tanti camionisti e automobilisti intrappolati dalla neve, sia d’estate quando vigilano sul traffico molto intenso in particolare per le migliaia di motociclisti che salgono fino al passo del Muraglione, oltre a garantire i pattugliamenti lungo la SS67 nel tratto di loro competenza e nei comuni circostanti. Della stessa idea anche numerosi amministratori locali della vallata del Montone, 15 Comuni dell’Unione della Romagna forlivese, parlamentari, associazioni di categoria e gruppi di motociclisti della Romagna. A difesa del presidio della Polstrada, infatti, si è costituito nei giorni sorsi anche un comitato trasversale, apartitico di amministratori, rappresentanti di forze socio-economiche, cittadini e motociclisti per promuovere una raccolta firme e l’organizzazione di manifestazioni pubbliche di dissenso".

"Per mantenere il distaccamento della Polstrada a Rocca San Casciano negli ultimi anni l’amministrazione comunale si è impegnata a trovare una sede senza costi a carico dello Stato e dal giugno 2019 il Comune ha concesso un locale proprio in comodato d’uso gratuito, firmando una convenzione con la Prefettura di Forlì-Cesena", rimarca Pompignoli. "L'eventuale chiusura del distaccamento determinerebbe la compromissione delle condizioni di sicurezza stradale in tutta la Vallata del Montone", conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento