menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Presidenza della fondazione, ribadito il no ai politici. "Risparmiare sulle mostre"

Balzani torna di nuovo sull'argomento Fondazione, nonostante le svariate richieste, più o meno esplicite, di non 'impicciarsi' dell'argomento, dopo l'intervento del professor Valerio Melandri, direttore del master in foundraising all'Università di Bologna,che ha proposto di risparmiare sulle mostre del San Domenico

Balzani torna di nuovo sull'argomento Fondazione, nonostante le svariate richieste, più o meno esplicite, di non 'impicciarsi' dell'argomento. Dopo l'intervento del professor Valerio Melandri, direttore del master in foundraising all'Università di Bologna, pubblicato sul Resto del Carlino, che ha proposto di risparmiare sulle mostre del San Domenico, di far gestire un budget ad un 'parlamentino' di giovani tra i 18 ed i 25 anni e e di azzerare compensi e gettoni, torna all'attacco anche il sindaco.

Il primo cittadino riparte dalla scelta del candidato alla presidenza, sottolineando di nuovo, a margine di una conferenza stampa di giovedì mattina a Bologna, che non debba essere un politico il successore del mandato 20ennale di Piegiuseppe Dolcini, ma un rappresentante della società “civile e de economica”. Quindi un implicito no al candidato più 'papabile', quel Roberto Pinza che il presidente della Provincia Massimo Bulbi ha difeso con le unghie e con i denti.

"Non dò giudizi su Pinza – sottolinea però il primo cittadino - ma preferirei che non ci fossero politici alla guida della Fondazione”. Questo lo aveva già detto e ridetto. Aggiunge la motivazione. “Una questione di opportunità: sarebbe meglio che la Fondazione fosse guidata da un esponente della società civile ed economica”. Ma alla fine, e Balzani lo sa, sarà il Consiglio generale a decidere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento