Primarie Pd, Toni: "Ruolo più forte su occupazione e sviluppo"

"Dopo la fase del rigore, infatti,si deve aprire quella della equità e della crescita. Anche i dati di questi giorni ci parlano di festività sobrie non per scelta delle famiglie, ma per necessità"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"L’epilogo anticipato della legislatura e la conferma della disponibilità del senatore Monti ad un ruolo politico dopo le elezioni, hanno aperto uno scenario in cui il ruolo del Partito Democratico e della coalizione di centrosinistra deve essere ancora più incisivo. Dopo la fase del rigore, infatti,si deve aprire quella della equità e della crescita. Anche i dati di questi giorni ci parlano di festività sobrie non per scelta delle famiglie, ma per necessità. Occorre perciò innescare la fase di uno sviluppo sostenibile che crei il lavoro che manca per donne e giovani.

Ambiente e tutela del territorio bene comune, anche per riparare i danni all'assetto idrogeologico prodotti dal consumo eccessivo di suolo; interventi a supporto della nuova imprenditoria nel campo della cultura e del turismo; nuovi servizi sociali pubblici e privati per la conciliazione, sono altrettante occasioni di creazione di occupazione ed impresa. Perciò servono più investimenti per la scuola e la ricerca, anche per rendere più competitivo il sistema delle piccole e medie imprese del made in Italy, così presente  anche nel nostro territorio. Dal rigoroso contrasto alla illegalità in tutte le sue forme,  non solo si deve generare una nuova etica pubblica e privata, ma anche le risorse che oggi mancano per finanziare gli interventi per lo sviluppo e l’equità sociale".

Torna su
ForlìToday è in caricamento