Politica

Primarie Regione, colpo di scena: Richetti si ritira. "Motivi personali"

Colpo di scena nella corsa per la candidatura a presidente della Regione Emilia-Romagna. Matteo Richetti, deputato e già presidente del consiglio regionale in passato, ha annunciato il ritiro della propria candidatura alla primarie

Colpo di scena nella corsa per la candidatura a presidente della Regione Emilia-Romagna. Matteo Richetti, deputato e già presidente del consiglio regionale in passato, ha annunciato il ritiro della propria candidatura alla primarie. Alla base della sua decisione, particolarmente inaspettata, ragioni squisitamente personali. Secondo quanto si apprende, non ci sarebbero pressioni da Roma, ma unicamente una scelta individuale. Per Richetti erano già sorti molti comitati e si erano schierati esponenti importanti del Pd e della società civile.

Modenese come l'altro candidato "favorito", il segretario regionale del Pd Stefano Bonaccini, con questo ritiro Richetti lascia indirettamente campo libero a Roberto Balzani, ex sindaco di Forlì e candidato alla presidenza. Per Balzani ora la possibilità di raccogliere un vasto bacino elettorale di origine "renziana", che sarebbe probabilmente stato interamente ad appannaggio di Matteo Richetti.

"Ragazzi tutti, mandare questo messaggio mi costa un fegato nuovo. Anzi, credo 'ci' costa un fegato nuovo. Tra ieri sera e stamattina ho dovuto prendere una decisione. Di quelle che non ci dormi. Mi fermo qui". E' con questo messaggio riportato dall'agenzia Dire, che Richetti ha annunciato il suo ritiro ai sostenitori dei circoli. "Ci sono cose di fronte alle quali ci si ferma. Se c'e' una cosa che ci unisce e' che per noi la politica e' un pezzo fondamentale della nostra vita. Ma non e' la vita", sottolinea Richetti.

"Io continuo e continuero' a usare il noi, ma questa volta vi devo chiedere di rispettare una scelta che e' personale. Immaginando il vostro dissenso. Facciamo ricorso a tutta la nostra amicizia, se riusciamo. Non ho parole a sufficienza per pronunciare le mie scuse, ad ognuno di voi, al vostro impegno, alla vostra passione. Vorrei farlo di persona con ognuno di voi, guardandovi negli occhi. Un abbraccio forte, a tutti". Ora pare che il deputato convergera' su Stefano Bonaccini che restera' in corsa insieme a Roberto Balzani.

"La politica è un pezzo fondamentale della nostra vita - ha scritto Richetti - ma non è la vita. Continuo e continuerò a usare il noi, ma questa volta vi devo chiedere di rispettare una scelta che è personale. Immagino il vostro dissenso - ha scritto ai suoi sostenitori - facciamo ricorso a tutta la nostra amicizia, se riusciamo. Non ho parole a sufficienza per pronunciare le mie scuse, a ognuno di voi, al vostro impegno, alla vostra passione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Regione, colpo di scena: Richetti si ritira. "Motivi personali"

ForlìToday è in caricamento