Politica

Qualità della vita, Forlì-Cesena sale di 10 posizioni. Balzani: "Consumi in crisi"

Il Sole 24 Ore pubblica la consueta classifica sulla qualità della vita nel nostro Paese, da cui si desume che la provincia di Forlì-Cesena passa dal 25° al 15° posto

Il Sole 24 Ore pubblica la consueta classifica sulla qualità della vita nel nostro Paese, da cui si desume che la provincia di Forlì-Cesena passa dal 25° al 15° posto. “Buona posizione (siamo nella pattuglia delle emiliano romagnole), ma nessun trionfalismo: - scrive il sindaco, Roberto Balzani, sulla sua pagina Facebook - se i servizi tengono al di sopra della media (ai nidi e alla sanità si aggiunge la politica ambientale), la ricchezza prodotta è in flessione e i consumi sono in crisi”.

“Però la propensione all'investimento è in ripresa e la sicurezza, rispetto al resto d'Italia, in terreno positivo. La demografia ci azzoppa: se sulla quota di giovani ci aiuta il litorale, sulla formazione dobbiamo ancora investire molto. Infine svaghi, tempo libero, sport: qui le cose vanno tradizionalmente bene. Ad eccezione della banda larga”, chiude il sindaco.

In base all'analisi che tiene conto di 36 parametri, raggruppati in sei macro-aree, tenore di vita, affari e lavoro, servizi ambiente e salute, popolazione, ordine pubblico e tempo libero, Ravenna raggiunge la sesta posizione, Forlì-Cesena la 15esima e Rimini, la 27esima. "Testimonianza concreta che pur tra le infinite difficoltà della fase storica ed economica che viviamo, il nostro territorio continua essere uno di quelli in cui si vive meglio e con un'alta qualità della vita", commenta il deputato forlivese Marco Di Maio.

Certo questo risultato non deve indurre ad abbassare la guardia: "Ogni giorno le crisi aziendali e i posti di lavoro che saltano - aggiunge il giovane parlamentare - ci ricorda la durezza della crisi e ci impongono di raddoppiare gli sforzi per mantenere il nostro sistema produttivo capace di offrire opportunità alle persone che vivono qui".

Accanto a queste difficoltà oggettive, però, la graduatoria del 'Sole' "ci incoraggia a continuare a lavorare con la massima determinazione per potenziare e migliorare la qualità dei servizi, favorire gli investimenti (specie quelli privati), spingere l'acceleratore sul grande capitolo dell'educazione e della conoscenza che rappresenta il motore del futuro, per attrarre risorse e dotare i nostri ragazzi degli strumenti necessari per affrontare le sfide di un mondo del lavoro sempre più competitivo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita, Forlì-Cesena sale di 10 posizioni. Balzani: "Consumi in crisi"

ForlìToday è in caricamento