Giovedì, 17 Giugno 2021
Politica

Profughi, la Lega: "Non si trovano bene a Forlì? Nessuno li trattiene"

Non fa sconti il segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, all'indomani delle proteste inscenate da una decina di extracomunitari insoddisfatti per le quantità di cibo consegnategli “a domicilio”

"Un episodio che ci lascia allibiti. Non si trovano bene a Forlì? Nessuno li trattiene. Possono benissimo riprendere la via di casa". Non fa sconti il segretario nazionale della Lega Nord Romagna, Jacopo Morrone, all'indomani delle proteste inscenate da una decina di extracomunitari insoddisfatti per le quantità di cibo consegnategli “a domicilio”.

"Siamo stanchi di essere presi in giro - afferma Morrone -. Mentre le nostre famiglie non arrivano a fine mese e crescono i disoccupati tra i nostri giovani, questa gente non è mai "sazia" e si concede pure il lusso di criticare chi li ospita a proprie spese. Oltre il danno, quindi, pure la beffa. Non è la prima volta che ci troviamo di fronte ad un situazione di questo genere e all’arroganza e ai comportamenti incivili di queste persone che se ne fregano di chi li ha accolti e se ne fa carico".

"Diamo loro vitto e alloggio, e un’assistenza a 360 gradi ma non basta - rimarca il consigliere comunale Daniele Mezzacapo - continuiamo ad accollarci i costi per il mantenimento di questa gente e nonostante tutto avanzano pretese e rivendicano trattamenti di favore. Per questo motivo mi lasciano di stucco le parole del segretario di rifondazione comunista, Nicola Candido, che - senza peli sulla lingua - definisce “pacifica e giusta” la protesta di martedì pomeriggio concordando “sull’inadeguatezza del cibo, scarso e poco adatto alla situazione. Alla faccia di chi il cibo non ce l’ha".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, la Lega: "Non si trovano bene a Forlì? Nessuno li trattiene"

ForlìToday è in caricamento