Raccolta differenziata e problemi, la Lega organizza punti di ascolto: "Così non va"

Il consigliere comunale di Forlì Daniele Mezzacapo interviene su Alea Ambiente e i problemi che sta creando ai cittadini il nuovo sistema di raccolta rifiuti in house

"La Lega non aveva mai creduto in questo progetto tanto che non l'ha mai votato e ora che il caos è scoppiato al massimo livello non possiamo fare altro che aiutare i cittadini". Il consigliere comunale di Forlì Daniele Mezzacapo interviene su Alea Ambiente e i problemi che sta creando ai cittadini il nuovo sistema di raccolta rifiuti in house.

L'esponente del Carroccio spiega un'iniziativa volta a fare quadrato per limitare i danni: "Visto che non abbiamo deciso noi e che ci siamo trovati a dover sottostare a delle regole cervellotiche e insensate che ci hanno imposto dall'alto, noi della Lega staremo molto vicini alla popolazione alla quale nessuno ha saputo spiegare come funziona la nuova raccolta differenziata, quanto costa alle tasche delle famiglie e che tipo di servizio viene offerto. Le riunioni organizzate nei paesi da Alea e dalle amministratori non hanno soddisfatto nessuno e tutti sono tornati a casa ancora più confusi e senza le risposte necessarie per capire. Solo una cosa è chiara, i cittadini saranno schiavi dei rifiuti e pagheranno più tasse".

"Per questo - dice il leghista -  faremo dei punti di ascolto per la popolazione nei posti di maggior affluenza di persone distribuendo un modulo semplice con le segnalazioni che poi spediremo ad Alea, modulo che potrà essere scaricato anche dalle pagine social degli esponenti leghisti, compilato e inviato in posta privata". "Sono disposto - dice Mezzacapo - a parlare con tutti i cittadini e ad organizzare iniziative volte a fare recedere questo progetto che ha dell'assurdo per come è stato concepito. Spero solo che questo incubo possa finire, una volta che La Lega sarà al governo della città di Forlì e dei Comuni del Forlivese dopo le prossime elezioni, allora si che cambieremo tutto ridando il buon senso ad ogni cosa".

"Terremo la sede forlivese aperta tutte le mattine con militanti disposti ad accogliere e recepire le problematiche dei cittadini di tutta l’Unione dei Comuni, a breve saremo fuori dai supermercati, nelle piazze e in mezzo alla gente per farci portavoce di un problema preannunciato e che avremmo voluto evitare sin da subito", il consigliere comunale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento