menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ragni e Spada (Pdl): "Balzani dimentica i marò prigionieri in India"

Fabrizio Ragni e Alessandro Spada, consiglieri comunali del Pdl a Forlì, accusano il primo cittadino di "strabismo politico" per non aver esposto le gigantografie dei due marò italiani rapiti in India

"Il Sindaco Balzani, sempre pronto a ricordare a parole il suo amor patrio e la sua sensibilità verso connazionali in difficoltà, non ha ancora preso posizione a favore della liberazione dei due Marò italiani prigionieri in India, mostrando un incomprensibile strabismo politico". Lo affermano Fabrizio Ragni e Alessandro Spada, consiglieri comunali del Pdl a Forlì.

"Il governo nazionale si sta rivelando poco capace di gestire questa delicata vicenda - accusano i due consiglieri -, che vede in pericolo il destino di due ragazzi italiani, senza dimenticare il grave danno che si rischia d’infliggere alla dignità stessa della nostra Nazione, al suo onore e alla sua sovranità".

"Presenteremo al riguardo un’interpellanza urgente per spronare il Sindaco affinché - dicono Ragni e Spada - non solo esprima solidarietà ai due Marò e alle loro famiglie ma si attivi nei confronti del Governo sollecitandolo ad intervenire facendo tutto il possibile per ricercare una soluzione positiva, impegnandosi così in favore dell’intero Esercito italiano e più in generale per il rispetto dovuto all'immagine internazionale del nostro Paese e delle sue Istituzioni".

"Chiediamo al prof. Balzani di appendere sul balcone del Municipio una gigantografia dei due Marò - annunciano gli esponenti berlusconiani -, così come è accaduto più volte in analoghi casi nel recente passato, sino a quando i militari non avranno fatto ritorno a casa. Può essere molto importante che anche il Comune di Forlì prenda una posizione chiara sulla vicenda, alimentando un’auspicabile pressione sul Governo nazionale e sensibilizzando l'opinione pubblica al riguardo".


"Ci rammarica e ci preoccupa lo strabismo politico del Sindaco - aggiungono -, sempre attento e pronto ad esporre striscioni per chiunque si sia trovato in simili difficoltà all’estero, ma così distratto e poco rispettoso in questo specifico caso, senza nemmeno aver espresso una parola di solidarietà in sede istituzionale verso chi tutti i giorni lavora per servire la Patria.".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento