Politica

Ragni rilancia la battaglia: "Per i malati di Alzheimer assistenza e cura a carico dello Stato"

E' quanto afferma Fabrizio Ragni, coordinatore provinciale di Forza Italia e consigliere comunale degli azzurri a Forlì.

"Condivido e rilanciamo a livello locale la linea di condotta che a Bagno di Romagna sostiene Giacomo David Camagni, di “Unica Alternativa”, la lista sostenuta dal centrodestra, che in questi giorni ricorda alle istituzioni – per primo il sindaco – che i malati di Alzheimer ricoverati in Rsa (Residenza sanitaria assistenziale) che necessitano di prestazioni sanitarie in quanto non autosufficienti non devono pagare la retta che dev'essere a carico del Servizio sanitario nazionale e non più dei parenti. Una battaglia di civiltà e di uguaglianza, dalla parte dei più deboli e dei malati, che ho illustrato io stesso in campagna elettorale per le politiche del 4 marzo scorso". E' quanto afferma Fabrizio Ragni, coordinatore provinciale di Forza Italia e consigliere comunale degli azzurri a Forlì.

La patologia di Alzheimer colpisce oggi nel mondo 47milioni di malati, che, a causa dell’allungamento della vita e dell’invecchiamento generale, diventeranno 130 milioni entro il 2050 con un costo enorme per le famiglie. In Italia sono quasi 700mila i malati di Alzheimer,una fetta importante dei 13,4 milioni di ultrasessantenni, il 22% della popolazione. I malati di Alzheimer in Emilia Romagna sono 20mila su circa 50mila persone che soffrono di demenza. La spesa sostenuta in media è di circa 2.000 euro al mese per medicine, infermieri e badanti. E in molti casi i costi sono anche superiori quando un familiare, di solito una donna, deve lasciare il lavoro per assistere un parente che cade nella patologia grave conclamata e perde autonomia.  I costi per l’assistenza superano complessivamente gli 11miliardi di euro, di cui il 73% è a carico delle famiglie, che devono provvedere all’assistenza diretta del malato.

"Ma le cure per i malati di Alzheimer devono essere gratuite e a carico del Servizio Sanitario Nazionale - insiste Ragni -. Lo dicono sentenze di tribunale, consiglio di Stato ed anche la Corte di Cassazione che con sentenza storica ha stabilito recentemente che i costi per l'assistenza alle persone affette da Alzheimer (la malattia più comune fra le cause di demenza, in oltre il 60% dei casi diagnosticati) comprese dei costi del soggiorno in Rsa, devono essere sostenuti dallo Stato. E dunque le famiglie che si sono ritrovate sole ad affrontare la malattia dei parenti e che hanno pagato per anni migliaia di euro al mese per garantire assistenza ai malati affetti da Alzheimer ora possono chiedere di essere risarcite secondo diritto o in forza di sentenze, come accade sempre più spesso".

Il riferimento dell'esponente di Forza Italia è anche alla sentenza di due mesi fa, del Tribunale civile di Roma che, dando ragione alla figlia di un anziano, ha condannato la Regione a risarcire la donna per le spese sostenute nel periodo in cui il padre era stato ricoverato. Ed i giudici che hanno confermato che i costi per l'assistenza dei pazienti affetti dal morbo di Alzheimer devono essere interamente a carico del Sistema sanitario nazionale, senza gravare su pazienti e familiari. Una somma che dovrà essere risarcita fino a 10 anni a ritroso. "A Forlì - conclude Ragni -. il tribunale si dovrà esprimere su un caso simile. quello che tiene banco a San Piero in Bagno, in prima udienza il prossimo 10 settembre, dopo che un gruppo di ospiti non autosufficienti di una Casa protetta è ricorsa alla magistratura affinché venga riconosciuto il loro diritto a non corrispondere alcuna retta vedendosela invece sostenuta dal servizio sanitario nazionale. Su questo versante mi impegno personalmente a fornire tutte le informazioni del caso alle famiglie che vorranno far prevalere il diritto che il malato di Alzheimer ricoverato in Rsa che necessita di prestazioni sanitarie non deve pagare  alcuna retta e tocchi invece allo Stato fare la sua parte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragni rilancia la battaglia: "Per i malati di Alzheimer assistenza e cura a carico dello Stato"

ForlìToday è in caricamento