menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Reddito di cittadinanza, oltre mille forlivesi dovranno fare lavori di pubblica utilità per il Comune

Il pentastellato Daniele Vergini ha evidenziato che i cittadini "non vogliono sentirsi inutili", precisando che in provincia sono 5.770 le persone che beneficiano usufruiscono in media di 436 euro

Le famiglie che nel Comune di Forliì beneficiano del reddito di cittadinanza sono 793, per un totale di circa 1.700 persone. A fornire i numeri lunedì pomeriggio in Consiglio comunale è stato l'assessore al Welfare Rosaria Tassinari, rispondendo a un question time del Movimento 5 Stelle, che ha chiesto di quella parte della normativa che prevede dei piani di pubblica utilità in cui impegnare i percettori del reddito di cittadinanza (solo quelli maggiorenni, non disabili, non neo-genitori e con età inferiore ai 65 anni) per un minimo di 8 ore alla settimana, estensibili a 16 ore. L'obbligo dovrebbe riguardare più di mille persone in città, di quelle prese in carico dal Centro per l'Impiego.

I servizi del Comune, ha illustrato l'assessore, si sono attivati per mettere a punto i Puc, i progetti utili per la comunità che i beneficiari devono obbligatoriamente portare avanti. Con particolare attenzione agli ambiti ambientale, tutela dei beni culturali e sociale. "Si ipotizza di partire entro la fine di novembre", ha concluso l'assessore. Il pentastellato Daniele Vergini ha evidenziato che i cittadini "non vogliono sentirsi inutili" e precisa che in provincia sono 5.770 le persone che beneficiano usufruiscono in media di 436 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento