Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Anche a Forlì non è stato raggiunto il quorum: flop per i referendum sulla giustizia

Come ampiamente previsto dai sondaggi, non è stato raggiunto il quorum del 50% più uno degli aventi diritto al voto nei referendum abrogativi sulla giustizia

Anche nel territorio di Forlì non è stato raggiunto il quorum del 50% più uno degli aventi diritto al voto nei referendum abrogativi sulla giustizia. In base ai dati definitivi  in provincia di Forlì-Cesena ha votato solo il 18,4% degli elettori della provincia di Forlì-Cesena, un dato al di sotto della media nazionale del 20.95% di affluenza, ben lontano quindi dal raggiungimento del quorum. Il dato è riferito al quesito numero 1. In provincia la maggiore affluenza è avvenuta nei due comuni dove si votava anche per la scelta del sindaco e dell'ammniistrazione, ma si tratta anche in questo caso di dati inferiori alla soglia del quorum: a Castrocaro i votanti al referendum 1 sono stati il 49,9%, mentre a Longiano il 47,5%. A Forlì hanno votato il 16,6% degli aventi diritto, a Cesena il 17,55%.

Referendum 12 giugno 2022 ed elezioni a Dovadola e Castrocaro

Si è trattato della diciottesima tornata referendaria abrogativa nella storia della Repubblica Italiana (tante sono le occasioni per le quali gli elettori sono stati chiamati alle urne dal 1974). Per la validità del referendum abrogativo l’art.75 della Costituzione stabilisce che la proposta soggetta a referendum è approvata se vince il 'si' e hanno votato la maggioranza (50% +1) degli aventi diritto al voto e se è raggiunta la maggioranza (50% +1) dei voti validamente espressi.

Per quanto riguarda le affluenze definitive per le elezioni comunali: a Castrocaro Terme e Terra del Sole hanno votato il 55.9% degli aventi diritto, a Longiano il 50,8% e a Dovadola il 47,5%.

Se si guarda lo spoglio dei voti espressi per il referendum, emerge un elettorato spaccato sopratutto sul primo quesito (abolizione della Legge Severino) dove il 'Sì' arriva appena al 56,3% a livello provinciale, comunque sopra il dato nazionale del 54,1%. Più netto il risultato al quesito 3 sulla separazione delle carriere dei magistrati, col 'Sì' sostenuto dal 76,9% dei votanti a livello provinciale, contro il 74,1% di risultato nazionale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Forlì non è stato raggiunto il quorum: flop per i referendum sulla giustizia
ForlìToday è in caricamento