Referendum costituzionale, iniziativa di Forlì e co: si presenta il libro "Meno parlamentari più democrazia?"

I posti sono limitati secondo le normative Covid 19: per partecipare occorre inviare una email a forlieco@gmail.com fornendo nome e cognome

Il Gruppo consiliare Forlì e Co. in vista del referendum costituzionale del 20-21 settembre organizza venerdì la presentazione del libro "Meno parlamentari più democrazia?". L'appuntamento si terrà alle 17:15 nella sala comunale Randi (ingresso da via delle Torri 13). Parteciperanno Emanuele Rossi, curatore del volume e ordinario di Diritto costituzionale, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, e Salvatore Vassallo, ordinario di Scienza politica, Università di Bologna-Campus di Forlì, direttore dell’Istituto Carlo Cattaneo. Coordina Giorgio Calderoni, consigliere comunale di Forlì e Co.

Dall’introduzione del libro “L’opera non intende offrire un’indicazione precisa su come votare al referendum, ma vuole aiutare ciascuno a dotarsi degli strumenti necessari per scegliere”. Le prime due sezioni del libro: “Per conoscere” e “Per giudicare”, offrono una panoramica sullo stato attuale del sistema parlamentare, sugli obiettivi della riforma sottoposta a referendum e sui suoi effetti e conseguenze. La terza parte ospita brevi contributi di costituzionalisti orientati sia sulle ragioni del "si" che del "no". I posti sono limitati secondo le normative Covid 19: per partecipare occorre inviare una email a forlieco@gmail.com fornendo nome e cognome.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento