Referendum, Marco Di Maio si schiera per il No: "Il vero costo della politica da tagliare è quello dell'incompetenza"

A parlare, in un lungo post pubblicato sulla propria pagina Facebook, è il parlamentare forlivese Marco Di Maio che nel prossimo referendum sul taglio dei parlamentari del 20-21 settembre si schiera per il "no"

"Quale è il principale "costo della politica"? Non ho alcun dubbio: l'incompetenza. E vi cito un esempio di stretta attualità per spiegarvi il perché. Si parla molto in questi giorni di riduzione dei costi della politica. Lo fanno i sostenitori del "sì" al referendum che ridurrà la rappresentanza dei cittadini in parlamento di 345 persone farebbe risparmiare (dicono) 100 milioni di euro all'anno. La verità - che in questo caso come in tanti altri è scomoda e impopolare - è che nel proporci questo presunto risparmio ci fanno perdere 37 miliardi di euro  per incompetenza e ideologia, dicendo no al MES"

A parlare, in un lungo post pubblicato sulla propria pagina Facebook, è il parlamentare forlivese Marco Di Maio che nel prossimo referendum sul taglio dei parlamentari del 20-21 settembre si schiera per il "no".

"A fronte del risparmio di 100 milioni di euro che viene sbandierato come un grande risultato per il Paese se vincerà il "sì", si ostinano a dire NO in parlamento e al Governo alla possibilità per l'Italia di avere 37 miliardi di euro per migliorare, ammodernare, riformare e potenziare la nostra sanità. Vediamo più nel concreto di cosa parliamo.  L'Italia sta predisponendo il piano degli interventi che servirebbero per la nostra sanità pubblica. Il ministero sta redigendo il piano e ne abbiamo appreso i contenuti sommari. 
Si spazia dalla riforma della sanità territoriale e l’istituzione della Case di comunità con i medici di famiglia, all’ammodernamento degli ospedali; dal potenziamento del digitale al sostegno agli Irccs; dalla realizzazione di nuovi presidi per degenze temporanee a investimenti sulla salute mentale; fino alla possibilità che ad ogni laureato in medicina sia garantita una borsa di specializzazione" dice il deputato forlivese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Non solo: tra le proposte ci sarebbe anche una riforma delle Rsa che durante il Covid hanno mostrato la loro debolezza. E poi misure e risorse per il contrasto della povertà e per rafforzare la medicina scolastica, contrasto alla mobilità sanitaria, riforma dell’emergenza-urgenza e potenziamento del Fse.  Sono interventi che condivido e che darebbero grande sollievo al nostro sistema sanitario, alla nostra economia e ai territori in cui verrebbero realizzati. In totale stiamo parlando di oltre 20 macro-progetti per un ammontare complessivo di circa 68 miliardi da realizzarsi nei prossimi 5 anni" prosegue Marco Di Maio
 
"L'assurdità ideologica del Movimento 5 stelle sta impedendo al Governo di accedere da subito a 37 miliardi di euro messi a disposizione dal MES (Meccanismo europeo di stabilità) che li darebbe all'Italia "senza condizioni", senza interessi, con un lunghissimo periodo di tempo per la loro restituzione e con l'unico vincolo di spenderli in investimenti diretti e indiretti per la sanità.  Avere quei soldi significherebbe realizzare quei fondamentali progetti per lo sviluppo sanitario e liberare spazi di bilancio per 37 miliardi per poter realizzare altri interventi in altri settori. Al referendum del 20-21 settembre voterò NO perché si può ridurre il numero dei parlamentari, ma a patto che si riformi tutto il modo di lavorare del parlamento. Così ridurremo solo la rappresentanza aggravando i problemi che già esistono. Una riforma da veri incompetenti. La vera riduzione dei costi della politica è quella che taglia la demagogia, il populismo e l'incompetenza: a cui non voglio darla vinta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, focolaio in una ditta di Forlì: i positivi sono undici

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Riapre con una nuova gestione un locale storicamente votato alla ristorazione nel cuore del centro

  • Spara ad un fagiano, ma colpisce per sbaglio l'amico: lui perde un occhio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento