Regolamento Polizia Urbana, Rinieri (Forlì Cambia): "Accattonaggio sanzionato anche a Bologna e Firenze"

“Siete disumani”, “Fate schifo” e poi ancora altri insulti. Pensavano di aver letto uno stralcio del nuovo Regolamento della Polizia Urbana del Comune di Forlì mentre io, volutamente e in maniera provocatoria, avevo inserito uno stralcio del Regolamento della Polizia Urbana di Bologna

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

“Siete disumani”, “Fate schifo” e poi ancora altri insulti. Pensavano di aver letto uno stralcio del nuovo Regolamento della Polizia Urbana del Comune di Forlì mentre io, volutamente e in maniera provocatoria, avevo inserito uno stralcio del Regolamento della Polizia Urbana del Comune di Bologna con specifico riferimento all’attività di ’”accattonaggio” (art. 17 del Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Bologna).

Questo è successo e da’ la misura del livello surreale che sta raggiungendo la polemica sul nuovo Regolamento di Polizia Urbana del Comune di Forlì. E’ ormai chiaro che, per una certa parte della sinistra, esiste un pregiudizio ideologico nei confronti di qualsiasi cosa venga fatta o proposta dalla nuova Amministrazione.

In particolare sul tema delle sanzioni previste dal nuovo Regolamento della Polizia Urbana del Comune di Forlì in materia di “accattonaggio molesto”, si è scatenato un vero e proprio fuoco di fila senza che nessuno si sia accorto che le nuove disposizioni sono sostanzialmente le medesime previste in moltissimi Comuni italiani amministrati proprio da Giunte di centro-sinistra. 

La lista civica Forlì Cambia sul tema dell’accattonaggio (che è un brutto termine tecnico per indicare l’attività di chi chiede la carità) ha contribuito a rendere le disposizioni in linea con quelle di molti altri Comuni particolarmente attenti alle questioni sociali e alle categorie più deboli.

A scanso di ogni equivoco e, per chi non avesse avuto occasione di leggere le nuove disposizioni, si può affermare che le persone che, loro malgrado, si trovano nella condizione di dover chiedere l’elemosina, giustamente non saranno soggette ad alcuna sanzione se non nello specifico caso in cui si rechi molestia.  
Ricordo poi che a Bologna così come a Firenze (due città scelte non a caso) la Polizia Municipale provvede normalmente a sanzionare l’accattonaggio molesto, così come previsto dai loro Regolamenti Comunali.

Maria Teresa Rinieri
Consigliere Comunale di Forlì – Lista Civica Forlì Cambia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento