Relazioni Italia-Bulgaria, Vietina: "Gli scambi tra i nostri Paesi possono crescere ancora"

La deputata romagnola di Forza Italia ha parlato dell'importante anniversario con le colleghe Angela Ianaro e Mirella Cristina

La parlamentare Simona Vietina, come presidente della Bicamerale di amicizia Italia-Bulgaria, ha partecipato giovedì al pranzo augurale per il 140esimo anniversario dall'instaurazione delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi, le cui celebrazioni si terranno in autunno. Ospite dell'ambasciatore bulgaro in Italia, Todos Stoyanov, la deputata romagnola di Forza Italia ha parlato dell'importante anniversario con le colleghe Angela Ianaro e Mirella Cristina. Nella delegazione italiana, anche imprenditori e autorità religiose, come monsignor Luigi Francesco Casolini di Sersale, presidente del Capitolo Cattedrale di Tivoli e rettore dell'Associazione Cavalieri di San Silvestro.

"Ringrazio l'ambasciatore per la squisita ospitalità e i gentilissimi partecipanti a una bella giornata che ha suggellato, ancora una volta, un’amicizia di lungo corso che esiste tra i due Paesi - commenta la parlamentare - Un’amicizia che, ne sono cono certa, è destinata a crescere e a rafforzarsi nel tempo. Sono convinta che entrambi i nostri Governi concordino nell’opportunità condivisa di creare una sempre maggiore vicinanza fra l’Italia e la Bulgaria. Ed è per questo che rinnovo il mio impegno a creare sempre nuove occasioni di proficuo e fertile confronto e scambio culturale, nella certezza che il futuro riserverà ai nostri Paesi grandi opportunità di crescita e sostegno reciproco".

"Oggi le relazioni fra i nostri Paesi sono solide e feconde - continua Vietina -. L’Italia è uno dei principali partner commerciali della Bulgaria e i nostri imprenditori che investono in Bulgaria beneficiano di un atteggiamento molto positivo da parte delle istituzioni. Nel 2018 l’Italia ha esportato verso la Bulgaria 2,34 miliardi di euro di merci e ne ha importate per un valore di 2,4 miliardi di euro. In entrambi i casi si tratta di una crescita importante dei flussi, rispetto al 2017: macchinari per la produzione industriale, materie prime, tessile".

"Made in Italy e Made in Bulgaria si incontrano, offrendosi reciprocamente quanto di meglio i nostri Paesi sappiano produrre. Stiamo crescendo e, ne sono certa, si può crescere ancora - conclude -. E possiamo farlo insieme. Vorrei infine congratularmi con Kristian Vigenin, ex ministro degli Affari esteri che ho incontrato nel maggio scorso - conclude la presidente della Bicamerale di amicizia Itlaia-Bulgaria - eletto vice presidente del Parlamento bulgaro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in ospedale: 20enne si lancia nel vuoto e perde la vita

  • Tragedia sui binari, muore una 13enne. Traffico ferroviario in tilt: cancellazioni e ritardi

  • Un forlivese taglia il traguardo dell'Ironman 2019 tra i primi cinque

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Si schianta contro un furgone e resta incastrato sotto un'auto: grave uno scooterista

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

Torna su
ForlìToday è in caricamento