menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ricapitalizzazione dell'aeroporto a rischio. La Lega vota contro

La Lega Nord vota contro la ricapitalizzazione dell'aeroporto di Forlì nei consigli comunale e provinciale di lunedì. Lo hanno annunciato i rispettivi capigruppo

La Lega Nord vota contro la ricapitalizzazione dell'aeroporto di Forlì nei consigli comunale e provinciale di lunedì. Lo hanno annunciato i rispettivi capigruppo Paola Casara e Gianluca Zanoni, insieme con il segretario provinciale del Carroccio, Jacopo Morrone e il deputato Gianluca Pini. “E' la prima volta che votiamo contro – spiega Morrone – l'aeroporto è finito in mezzo alla guerra interna al Pd, del quale non possiamo più sopportare la debolezza, compresa quella del suo segretario Marco Di Maio”.

Il voto contrario del Carroccio fa vacillare la ricapitalizzazione di Seaf, che però, salvo ulteriori sorprese, dovrebbe passare comunque nelle due assise. La decisione della Lega, che non si è confrontata con il resto dell'opposizione, deriva in modo particolare da un elemento, che precisa Pini: “La mancanza del piano industriale, che in realtà esiste già da quando è arrivata la convenzione con Enac”.

Secondo i rappresentanti della Lega il meccanismo intero viene “manovrato da Bologna, dalla giunta Errani, che ha fatto sì che sfumasse anche l'accordo con Save. Errani si è spaventato – affonda Pini – temendo che questo interessamento potesse rompere il filo rosso di controllo che la Regione ha sempre avuto sulla Romagna. Con questo voto stacchiamo la spina ad una maniera demenziale di gestione dell'unico gioiello di famiglia forlivese. Chiaramente non ci fermiamo nel proporre lo scalo per la privatizzazione. Forlì si può ancora salvare. Ci sono gestori dei grandi scali del Nord interessati, che giudicano il Ridolfi strategico", assicura Pini. Insomma, a questo punto, meglio la liquidazione ed una privatizzazione “senza vincoli”.

Il Carroccio ci tiene comunque a precisare che il salvataggio dell'aeroporto ha la priorità, “ma non permettiamo al Pd regionale di prenderlo per un pezzo di pane”. Fino ad ora, sostengono i rappresentanti della Lega, “Solo il nostro partito ha fatto qualcosa di concreto, con la certificazione totale, Certamente anche l'interessamento di Save non è venuto dal cielo”. Su questa partita andata male il Carroccio dà meno colpe al sindaco, Roberto Balzani che al presidente della Provincia Massimo Bulbi. “Quest'ultimo non abbiamo capito cosa vuole fare – sottolinea Morrone – e tra lui e Balzani c'è una spaccatura”.

IL SINDACO DURANTE IL CONSIGLIO COMUNALE - Durante il consiglio comunale di lunedì pomeriggio, il primo cittadino, Roberto Balzani, ha sottolineato che la ricapitalizzazione è "comunque necessaria, sia che si vada verso l'integrazione sia che si proceda alla liquidazione di Seaf". Le risorse, ha proseguito il primo cittadino, ci vorranno.La resa dei conti ci sarà "ad inizio primavera, quando che capiremo che succederà". Per Balzani "la unica società regionale degli aeroporti è utile a tutti". "Chi vota contro va a togliere il pane e le risorse alle famiglie che lavorano all'aeroporto", ha sottolineato Balzani.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento