rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Politica

"I residenti di via Piancastelli attendono il taglio dei pini come un dono dei Re Magi"

"Non si tratta di una invasione urbana in un ambiente boschivo bensì di un madornale errore di coloro che a suo tempo piantarono questa insostenibile tipologia di alberi"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Gli esponenti di Europa Verde con davvero scarni e scarsi argomenti continuano con la loro incomprensibile ed impopolare difesa dei pini marittimi che purtroppo per i residenti ed utenti invadono in maniera incompatibile ormai con qualsiasi contesto urbano e di sicurezza della circolazione. La stessa ex assessore Creta quale paladina di turno, addita l’attuale amministrazione e le maestranze delle aziende che conducono i lavori stradali e di impianti, rei secondo la sua opinione di danneggiare irreparabilmente gli arbusti che definisce patrimonio comunale.

La definizione di patrimonio dal punto di vista puramente giuridico potrebbe essere corretta, ma i pini marittimi, ivi compresi quelli di via Piancastelli per i quali i residenti attendono il taglio come un dono dei Re Magi per l’anno nuovo, sono diventati un insostenibile ed indifendibile costo per la comunità a seguito dei danni che provocano alle strutture ed agli utenti che inciampano nelle loro radici. Beninteso nel caso specifico non si tratta di una invasione urbana in un ambiente boschivo bensì di un madornale errore di coloro che a suo tempo piantarono questa insostenibile tipologia di alberi. 
Peraltro gli esponenti di Europa Verde dovrebbero sapere che ai pini marittimi all’atto dell’impianto viene tagliato i fittone centrale che consentirebbe alla pianta di radicare in profondità e quindi la stessa continua ad allargare le radici invadendo tutto quello che incontra, ivi compresi cancelli e porte delle abitazioni che rimangono inutilizzabili.

Siamo certi che l’attuale amministrazione, con buona pace dei Verdi e di altre trasformazioni cromatiche provenienti dal Movimento 5 Stelle, adotterà tutte le verifiche ed analisi necessarie per dimostrare in ogni contesto ed in ogni confronto la necessità per il pubblico interesse a sostituire finalmente le attuali alberature, sperando che diventi un'altra delle realizzazioni che le Giunte precedenti hanno scientemente tralasciato.

Raffaele Acri - Vice Coordinatore Quartiere Resistenza 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I residenti di via Piancastelli attendono il taglio dei pini come un dono dei Re Magi"

ForlìToday è in caricamento