Rifiuti e la società in house, Molea: "Scelta coraggiosa, le difficoltà non mancheranno"

Il deputato forlivese Bruno Molea, vice capogruppo alla Camera di Civici e Innovatori, commenta l'avvio ufficiale di Alea Ambiente.

"Più differenziata, raccolta spinta porta a porta, zero cassonetti entro due anni e, magari entro tre, anche un inceneritore in meno. La sfida della società in house presentata oggi a Forlì è enorme: lodi al coraggio di chi l'ha voluta e perseguita, spero solo che la città e il comprensorio siano pronti ad accogliere la rivoluzione che sta per presentarsi". Così il deputato forlivese Bruno Molea, vice capogruppo alla Camera di Civici e Innovatori, commenta l'avvio ufficiale di Alea Ambiente.

"Ambire a una riduzione così drastica di raccolta differenziata in poco tempo è scelta coraggiosa alla quale il comprensorio forlivese è arrivato dopo anni di dibattiti, a volte anche aspri - commenta il deputato forlivese -. La rivoluzione che sta per presentarsi sarà totale, dalla scomparsa dei cassonetti alla raccolta porta a porta spinta, ma non c'è altra via se si vuole arrivare allo spegnimento di uno dei due inceneritori cittadini, come auspicato non solo dal governo locale del territorio ma anche da quello regionale. Certo perché si arrivi al vero spegnimento è necessario che lo sforzo oggi avviato sia corale e non si fermi al comprensorio forlivese: anche in questo starà la difficoltà della scelta fatta oggi con la presentazione della società in house. Cambiare si può, pur con mille incognite".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento