Rifondazione: "Bulbi e Balzani vogliono una Hera dei bus"

"Le dichiarazioni di Balzani e Bulbi su Start Romagna sono inaccettabili e sintomatiche di una logica irresponsabile"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Le dichiarazioni di Balzani e Bulbi su Start Romagna sono inaccettabili e sintomatiche di una logica irresponsabile secondo la quale i fondi pubblici vengono messi a disposizione per ripianare i debiti dell’Aeroporto, ma non per garantire il trasporto pubblico alla comunità. Preferiscono privatizzare, ovvero creare una sorta di Hera per gli autobus, con conseguenze facilmente intuibili: tariffe alle stelle e linee tagliate.

In tempi non sospetti avevamo detto che elargire svariati milioni di euro per ripianare i buchi, anche poco chiari, di SEAF - più di venti in 3 anni - avrebbe comportato un conseguente taglio alle necessità vere dei cittadini, come la possibilità di spostarsi nella propria città. Non ci hanno ascoltato ed ora perseguono un’ennesima privatizzazione che come le altre porterà ingenti incassi per pochi e aumento dei prezzi del servizio per i cittadini, dal momento che i gestori privati, a differenza di quelli pubblici, perseguiranno necessariamente la logica del profitto, a scapito dei lavoratori e degli utenti. Del resto, la stessa operazione di Start è stata già effettuata in Emilia, con la nascita di SETA, e i disservizi e le inefficienze, improvvisamente, si sono moltiplicati.
Il comportamento del Sindaco Balzani e del Presidente Bulbi, inoltre,  è anche antidemocratico perché va contro la volontà espressa dai cittadini nei referendum dello scorso anno, che hanno visto i forlivesi votare, in stragrande maggioranza, contro le privatizzazioni obbligatorie.


Anche in questo caso, come contro Hera, ci batteremo in ogni sede istituzionale e manifesteremo il nostro dissenso assieme alla gente e ai lavoratori affinché questa privatizzazione non si realizzi.  Ci auguriamo che partiti come l’IDV ed esponenti come Bartolini (a parole contrari a Hera) facciano altrettanto prima che un altro mostro a tre teste ingoi il trasporto pubblico locale.

Torna su
ForlìToday è in caricamento