menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Camere di Commercio, la Cisl: "Fermare la riforma si può"

La Cisl Emilia-Romagna ha diffuso una lettera aperta indirizzata a Regione, enti locali, associazioni degli imprenditori e parlamentari emiliano-romagnoli

C''e'' ancora tempo per cambiare la riforma del Governo sulle Camere di commercio, dicono i sindacati lanciando una sorta di ultima chiamata alle Istituzioni. "C''e'' ancora tempo intervenire tutti insieme, ognuno con i propri mezzi, affinche'' il Governo riveda i suoi progetti sulle Camere di commercio, salvaguardando, nel contempo, il lavoro e le professionalita'' dei dipendenti che vi operano e le attivita'' strategiche per lo sviluppo dei nostri territori, dentro ad un contesto di ineludibile coesione sociale". Lo segnala la Cisl Emilia-Romagna, che diffonde una lettera aperta indirizzata a Regione, enti locali, associazioni degli imprenditori e parlamentari emiliano-romagnoli. Assicurando di battersi "per una vera riorganizzazione del ruolo e delle funzioni" delle Cciaa, di Unioncamere e delle loro agenzie, intesi come "soggetti che contribuiscono allo sviluppo ed alla coesione sociale dei territori", il sindacato riepiloga tutte le funzioni a rischio con la riforma. Si va dal "sostegno ai Consorzi fidi per l''accesso al credito da parte delle piccole e medie imprese" al "supporto all''internazionalizzazione delle imprese all''estero", in armonia coi programmi del ministero dello Sviluppo economico e per la tutela del made in Italy. Senza svolte all''orizzonte, tra l''altro, "verrebbe meno uno dei componenti strategici della squadra di attori sociali e istituzionali che ha siglato il patto per il lavoro in Emilia-Romagna", caro al governatore Stefano Bonaccini. "Un patto che sta cominciando- riconosce la Cisl regionale nella sua lettera- a dare apprezzabili risultati in termini di innovazione, sviluppo, occupazione e internazionalizzazione dell''economia regionale, obiettivi che sono parte integrante della mission delle Camere di commercio, e quindi di tutti i soggetti interessati al loro raggiungimento". (fonte Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento