Rimborsi regionali alle case di residenza per anziani: Pompignoli (Lega) chiede chiarezza

Nell'interrogazione Pompignoli ricorda che "la casa-residenza per anziani è un servizio socio-sanitario residenziale destinato ad accogliere, temporaneamente o permanentemente, anziani non autosufficienti"

I consigliere regionale della Lega, Massimiliano Pompignoli ha presentato un’interrogazione sui rimborsi regionali alle case residenza per anziani, ricollegandosi alle notizie apparse il mese scorso sulla stampa nazionale e riguardanti “gli otto arresti, le perquisizioni e i sequestri per un totale di dieci milioni di euro nell'ambito di un procedimento in materia di spesa sociosanitaria, ai danni dei bilanci delle Regioni Friuli-Venezia Giulia, Piemonte, Veneto, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia". L'esponente del Carroccio ha voluto interpellare la Giunta Bonaccini per sapere “se situazioni analoghe si siano verificate anche nella nostra Regione e a quanto ammonta il rimborso dell’Ausl della Romagna, nei diversi ambiti, alle Cra del territorio suddiviso per figure professionali. Non vorremmo che qualcosa fosse sfuggito, più o meno volontariamente, anche ai vertici all’Ausl di Romagna e che i conti non tornassero. Quello che ci interessa è l’assenza di anomalie nella rendicontazione degli oneri e la trasparenza nelle procedure. Siamo certi che ciò valga anche per la Giunta Bonaccini". Nell'interrogazione Pompignoli ricorda che "la casa-residenza per anziani è un servizio socio-sanitario residenziale destinato ad accogliere, temporaneamente o permanentemente, anziani non autosufficienti di grado medio ed elevato, che non necessitano di specifiche prestazioni ospedaliere. Rispetto a queste strutture, a nostro avviso, ci sono alcuni aspetti che presentano discutibili ‘zone d’ombra’ e che riguardano nella fattispecie il rimborso erogato dall’Ausl di Romagna per il monte ore del personale in servizio, i posti letto in convenzione e i controlli effettuati sulla qualità dell’assistenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

  • "Il coraggio di dire sì al Signore": giovane architetto forlivese lascia la professione e diventa monaca di clausura

  • Un sushi in salsa romagnola: dopo le cene a domicilio la famiglia decide di aprire un ristorante

  • "Volevamo avere qualcosa di nostro": tutta la famiglia si rimbocca le maniche ed apre un bar

Torna su
ForlìToday è in caricamento